Presentazione del Palio del Daino (Foto Concolino)

Riccione, 3 agosto 2018 - Decine di giullari, sbandieratori di San Michele, balestrieri e figuranti, nobili e popolani, ieri sera in Piazzale Ceccarini a Riccione, si sono esibiti dando un assaggio del Palio del Daino, in programma nel suggestivo borgo di Mondaino dal 16 al 19 agosto.
Giunto alla trentunesima edizione, l’evento prenderà vita con gruppi di ricostruzione storica, antichi mestieri, artigiani, arti, botteghe, mercanti, menestrelli, maghi, saltimbanchi musici, cantori, spettacoli e coinvolgenti sfide delle contrade. Un tuffo nel Medioevo, curato nei dettagli, tanto da farne un appuntamento di valenza nazionale, riconosciuto anche dal Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche.

Le sfide che dal 1988 si svolgono tra le quattro contrade, Borgo, Castello, Contado e Montebello, rievocano il giorno in cui in un poggetto di Mondaino Sigismondo Pandolfo Malatesta, signore di Rimini, si incontrò con il Conte Federico da Montefeltro e si fece grande festa.
I messeri annunciano “Ne le vie se troveranno pancarelle et botteghe con le cose de tutte le arti e li mestieri et musici, cantori, giocolieri, trampolinieri et altri spectaculi daranno alquanta gioia che est cibo giusto et salutare de l’anima et de lo corpo et parte bona de la vita”.

Tante le curiosità del densissimo programma (si può sfogliare qui sotto) che prevede anche una corsa delle oche, il volo dei falchi e in chiusura, domenica 19 a mezzanotte, un inedito spettacolo pirotecnico con la rocca che andrà a fuoco. Piazzale gremito, ieri sera a Riccione per la presentazione del Palio del Daino, voluta dall’assessore al Turismo Stefano Caldari e dal Comune di Mondaino. Per la gioia per la gioia dei bambini ha visto anche la partecipazione di Toma e i suoi animali, che hanno sfilato in corteo con i figuranti in Viale Dante, immergendo il pubblico nelle atmosfere medievali. 

Palio del Daino 2018: sfoglia il programma qui sotto