di Rita Celli RIMINI Un trio d’eccezione per la prima volta insieme, all’Arena Lido alla darsena di Rimini. Enrico Rava (alla tromba), Stefano Bollani (al piano) e Gianluca Petrella (al trombone) stasera formeranno per la prima volta in assoluto un trio, in occasione del festival Crossroads. Il concerto si svolgerà con un doppio set (il primo con inizio alle 20.30, il secondo alle 22.30). Una produzione originale che vede Rava nei panni di talent scout sia di Bollani che di Petrella, convocati in varie...

di Rita Celli

RIMINI

Un trio d’eccezione per la prima volta insieme, all’Arena Lido alla darsena di Rimini. Enrico Rava (alla tromba), Stefano Bollani (al piano) e Gianluca Petrella (al trombone) stasera formeranno per la prima volta in assoluto un trio, in occasione del festival Crossroads. Il concerto si svolgerà con un doppio set (il primo con inizio alle 20.30, il secondo alle 22.30). Una produzione originale che vede Rava nei panni di talent scout sia di Bollani che di Petrella, convocati in varie formazioni passate. "Le collaborazioni con Bollani sono state centinaia – dice Rava –. Abbiamo alle spalle circa 25 anni di concerti in tutto il mondo, come duo, trio, quartetto, con grande orchestra. Quando siamo insieme sul palco ci divertiamo sempre moltissimo". Fa eco Bollani: "Ho conosciuto Enrico nel 1996, e da allora abbiamo suonato ovunque e inciso molti dischi. È stato il musicista più importante per la mia carriera. Quello che mi ha insegnato tantissime cose senza mai assumere il tono e il ruolo da docente, ma me le ha mostrate. Suonando con lui ho capito un sacco di cose su come si organizza la musica, sul rispetto verso gli altri artisti in ogni formazione. In più Enrico è un grande poeta".

È stato proprio Rava a ideare questo progetto nel quale in un solo colpo si trovano riuniti sullo stesso palco i più estrosi e creativi solisti del nostro jazz. "A me interessa suonare con chi condivide il mio modo di vedere la musica e questo, di fatto, avviene soprattutto con gente più giovane di me – commenta ancora Rava –. Loro ci guadagnano l’esperienza, io gli insegno a buttarsi, suonare come fosse l’ultima volta. Io resto invece in contatto con quello di nuovo che sta succedendo intorno a me". È del 1993 invece la conoscenza di Rava con Gianluca Petrella: "Ho conosciuto Enrico ai seminari di Siena Jazz: era un mito per tutti i giovani musicisti con il desiderio di suonare jazz. Ho collaborato ad alcuni dei suoi gruppi fino alla nascita del suo quintetto, a inizio 2000, che ha influito molto sulla mia crescita musicale. È una guida sotto tanti punti di vista".

Rava è il jazzista italiano più noto e apprezzato a livello internazionale. Apparso sulla scena jazzistica a metà degli anni Sessanta, si è imposto come uno dei più validi solisti del jazz europeo. Stefano Bollani è anche lui un esploratore di stili e reinventa in continuazione la propria musica: una tecnica pianistica di virtuosismo. Gianluca Petrella è considerato uno dei migliori talenti del jazz europeo, ed è molto attivo anche nel mondo dell’elettronica.

ð 0544 405666, 0541 793811.