Yoghurt greco, curcuma, cassata siciliana e altro ancora: gusti nuovi al Sigep
Yoghurt greco, curcuma, cassata siciliana e altro ancora: gusti nuovi al Sigep

Rimini, 21 gennaio 2020 - Il gelato proteico per sportivi, ma senza zuccheri. “I pasticci di Leonardo“ e una cisterna di cioccolato di 31mila litri per saziare ogni palato. Questo è solo un indizio per comprendere cosa stia accadendo alla fiera di Rimini in occasione del Sigep (foto), l’appuntamento mondiale del gelato che ha sorpreso persino Pierre Hermè, pasticcere di una lunga e rinomata dinastia francese apprezzato in tutto il globo e definito il Picasso della pasticceria. "Posso dire che questo Sigep per me è il posto migliore per vedere le tendenze e le innovazioni, con un dinamismo eccezionale da parte soprattutto degli chef e dei cuochi e pasticceri italiani che fanno parte dell’associazione Relais Dessert, che conosco bene".

Sigep, ecco i dodici gusti di gelato più curiosi - Traffico caos: aumentano gli agenti in strada

false

Per Hermè è stata anche l’occasione per ricordare l’esperienza italiana che non dimenticherà mai. "Ho passato una settimana nel laboratorio di Iginio Massari. Quest’anno andrò da Luigi Biasetto e sarà senz’altro un’altra grande esperienza". Il Sigep è questo e molto altro. Vi sono 1.250 stand in quella che è diventata una fucina di idee e innovazione che quest’anno sta viaggiando sui livelli degli anni scorsi, ed anzi nella giornata di ieri le code in autostrada e avvicinandosi alla fiera lasciano pensare a un nuovo record. Tra le novità presentate ce ne sono alcune che sfatano veri tabù, come il gelato per sportivi.

E’ Leagel ad avere presentato un prodotto in polvere che permette di ottenere in poche e semplici mosse un gelato con il triplo delle proteine, ma a basso contenuto di grassi. C’è anche chi ha deciso di sorprendere tutti con una enorme colata di cioccolato. Barry Callabaut offrirà 31mila litri di gelato al cioccolato liquido nella giornata di domani. Per il momento il dolce oro nero è custodito nella zona delle piscine a temperatura controllata in attesa di essere spillato e servito alle migliaia di persone che quotidianamente affollano la fiera.

Al Sigep c’è anche chi ha creato una vera cittadella del gusto occupando ben mille metri quadrati per il proprio stand. E’ il caso di Fabbri 105, e le novità non mancano. Il gelato viene reinterpretato e si scoprono gusti nuovi allo yogurt greco il variegato cedro e curcuma, ma c’è anche il gusto ‘tutti frutti cassata siciliana’. E’ qui nel regno della nota Amarena Fabbri che si girerà il mondo del gusto, dai Mochi giapponesi fino alla Cheesecake statunitense. E’ sufficiente guardarsi attorno al salone del gelato per camminare a fianco del Maestro Iginio Massari o vedere show cooking con grandi firme della pasticceria come accade a Comprital con Ernst Knam, Alessandro Tiscione e Gianluca Fusto.

Mec3 ha deciso di guardare anche all’ambiente: coppette, cucchiani, cannucce e bicchieri sono tutti in materiale compostabile. Alessandro Borghese rimane firma e ospite del contest di Bravo, poi c’è chi ha pensato che per gustarsi qualche gusto prelibato, bisogna prima capire di cosa si tratta. E-OfficeNfc, azienda francese, ha creato una app che consente di consultare il menù in sessanta lingue con traduzioni, foto, caratteristiche e tutto quanto si possa desiderare. Infine un omaggio a Leonardo da Vinci in occasione dei 500 anni dalla sua scomparsa. Fugar dedica una linea di pasticceria all’artista abbinata al libro scritto da Simona Bertocchi.