Stelle cadenti 2021: dove vederle a Rimini
Stelle cadenti 2021: dove vederle a Rimini

Rimini, 9 agosto 2021 - Per gli amanti dei fenomeni celesti la notte di San Lorenzo è un appuntamento da non perdere. In questo periodo dell’anno appare infatti la magia delle stelle cadenti. E l'Osservatorio Niccolò Copernico, che si trova in via Pulzona a Santa Maria del Monte, frazione di Saludecio (Rimini), a una quindicina di chilometri da Cattolica, ha organizzato un evento dedicato. "L’Osservatorio – spiega Gian Franco Lollino, tra i fondatori della struttura - rimarrà aperto, a partire dalle 18, dal 10 al 13 agosto, non stop, durante il picco massimo di visibilità delle stelle cadenti di San Lorenzo. Lo sciame meteorico delle Perseidi appunto, così chiamato perché visivamente ha origine come radiante nella costellazione del Perseo, avrà il suo picco massimo di visibilità proprio nelle notti tra l'11 e il 13 agosto".

Stelle cadenti: perché si esprime un desiderio - Notte di San Lorenzo 2021: dove vederle a Bologna

"Durante le serate di apertura – continua l’astrofilo -, oltre allo spettacolo meteorico, gli astrofili del Copernico accompagnano il pubblico tra le stelle e gli oggetti estivi di profondo cielo con i loro telescopi e si potranno ammirare i pianeti giganti del Sistema Solare: Giove e Saturno". L’Osservatorio fu realizzato nel 1977 restaurando un vecchio edificio di proprietà della Curia di Rimini e negli anni si è dotato di diverse apparecchiature. Nel 2014 l’osservatorio si è trasformato ed è divenuto associazione culturale senza scopo di lucro con circa 600 iscritti.

In questi casi è necessaria la prenotazione della serata (telefono 333.4055640) e, oltre alla tessera associativa, potrà essere richiesta una quota integrativa da concordare al momento della prenotazione. Da qualche anno la collaborazione con RadioAstroLab di Senigallia ha permesso all’Osservatorio di entrare nel misterioso mondo della radioastronomia. Si può visitare la sala controllo dove gli astrofili del Copernico spiegano come funzionano gli strumenti attualmente a disposizione. "L’osservazione dei corpi celesti – continua Lollino - viene effettuata con un telescopio newtoniano da 200mm di diametro col quale è possibile vedere la calotta polare e alcuni particolari della superficie marziana. Scopo principale del Gruppo astrofili dell’Osservatorio Copernico è la divulgazione scientifica alla quale dedichiamo gran parte delle energie. Attraverso questa costante attività l’Osservatorio cerca di sostenere e promuovere la propria struttura".

L’Osservatorio è aperto tutto l’anno il sabato sera dalle 21,30 alle 23,30 circa, mentre per chi volesse garantirsi una serata ad hoc, si possono anche prenotare visite guidate ed osservazioni al telescopio.