Rimini, 6 ottobre 2018 - La fila per riuscire ad accaparrarsi i biglietti per la prima del 28 ottobre (e gli altri spettacoli inaugurali) è cominciata stanotte. Cosa non si fa, per avere un posto al Galli nella serata in cui si rialzerà il sipario dopo 75 anni... La febbre tra i riminesi per la riapertura del teatro continua a salire.

E non passa giorno in cui gli uffici comunali non ricevano mail e telefonate di chi vuole tentare di ‘imbucarsi’ alla prima. Sono centinaia le richieste per strappare gli inviti per la serata inaugurale del 28: il concerto de La Cenerentola di Rossini, che vedrà salire sul palcoscenico il mezzosoprano Cecilia Bartoli, il Coro dell’Opera di Montecarlo e Les Musiciens du Prince.

Il teatro come è oggi a pochi mesi dall'inaugurazione

Ma a Palazzo Garampi saranno rigidissimi nel distribuire gli inviti. Di sicuro avranno un posto riservato le autorità civili, militari e religiose che vengono invitate tutti gli anni al Sigismondo d’oro, così come previsto dalle norme per le cerimonie ufficiali. La lista delle autorità comprende (sempre per legge) tutti i consiglieri comunali e i personaggi che hanno ricevuto il Sigismondo d’oro. In tutto parliamo di un centinaio di persone.

A queste poi si aggiungeranno, per la serata del 28, anche tutti i funzionari del Ministero ai Beni culturali e delle Soprintendenze, che hanno lavorato nel corso degli anni al progetto di restauro del Galli (VIDEO). In sala ci saranno anche i giornalisti, i fotografi e i cameraman che racconteranno la prima del Galli. Sono arrivate richieste anche dai tg nazionali.

Altri posti saranno riservati naturalmente ai rappresentanti degli sponsor principali del teatro (FOTO). Tra donazioni attraverso l’artbonus e vere e proprie sponsorizzazioni, sono stati raccolti già 600mila euro a sostegno delle spese di gestione del teatro. Ecco allora che il numero di invitati, solo ed esclusivamente per la prima, sale a circa 200 persone.

GALLI_31728805_124403

Il Comune limiterà al massimo i posti riservati, per lasciare maggiore spazio possibile ai riminesi. I biglietti in vendita da oggi, compresi quelli acquistabili on line, saranno più di 600 per la prima. Ognuno può comprare al massimo due biglietti. Anche per gli altri due spettacoli inaugurali, ovvero l’esibizione di Roberto Bolle (il 3 novembre) e l’opera Simon Boccanegra diretta da Valery Gergiev (il 10 e l’11 dicembre), la prevendita parte oggi, con un limite di due biglietti a testa.

Per Bolle e le serate dell’opera il numero degli inviti sarà drasticamente ridotto. Ma il 10 dicembre uno dei palchetti del Galli potrebbe essere riservato a un ospite d’onore: Sergio Mattarella. Il Presidente della Repubblica sarà a Rimini anche a fine mese, per un convegno dell’Anci, e poi tornerà il 7 dicembre per la festa della Papa Giovanni. Nonostante questi impegni, Mattarella ha espresso il forte desiderio di essere a Rimini per ammirare l’opera verdiana al Galli. Si attende ormai solo la conferma dal Quirinale.

LEGGI ANCHE Toni e Peppe Servillo alzano il sipario del teatro Galli