VIRGINIA PEDANI
Cosa Fare

A Rimini l'estate della cultura: oltre 360 appuntamenti in cartellone da giugno a settembre

La città è candidata a Capitale della Cultura 2026. In Piazza Malatesta torna il sogno con “Wonderland. La versione di Alice”, il nuovo progetto di Festi Group e la riviera raccontata dagli scatti Marco Pesaresi. Tappa per lo “Strega Tour”

Piazza Malatesta a Rimini

Piazza Malatesta a Rimini

Rimini, 9 giugno 2023 – Una ricca programmazione di eventi speciali e progetti inediti che andranno ad affiancarsi alle storiche rassegne che da anni scandiscono le estati riminesi e che questa volta, si inseriscono nel percorso di candidatura che la città sta percorrendo verso il riconoscimento di Capitale italiana della cultura 2026.

Il cartellone culturale estivo riminese sarà soprattutto questo: identità ma anche sguardo al futuro. Il vasto numero di eventi organizzati fra mostre, incontri, spettacoli, libri, cinema e approfondimenti (in continuo aggiornamento), promette già bene: 54 iniziative per un totale di 360 appuntamenti racchiusi in 90 giorni.

Approfondisci:

Treni per Rimini e la riviera romagnola: il programma dell’estate 2023

Treni per Rimini e la riviera romagnola: il programma dell’estate 2023

Le novità e gli eventi speciali

Dopo il successo di pubblico di “Peter Pan nei giardini di Kensington”, Festi Group tornerà a riempire di fiaba e di sogno piazza Malatesta con un nuovo spettacolo “Wonderland. La versione di Alice”, tra proiezioni, coreografie e musiche ispirate ad un altro amatissimo capolavoro della letteratura, Alice nel paese delle meraviglie. Un nuovo progetto di Monica Maimone per il Comune di Rimini, in scena per sei serate ogni venerdì e sabato tra la fine di luglio e la prima metà di agosto.

Dalla meraviglia a colori delle fiabe, allo sguardo in bianco e nero nell'obiettivo del fotografo Marco Pesaresi a cui è dedicata la mostra Rimini rivisitata. Oltre il mare, rivisitazione dell'esposizione allestita vent'anni fa che si articola in un doppio percorso espositivo tra l'Ala di Isotta di Castel Sismondo e la Sala Allende di Palazzo Martuzzi, a Savignano sul Rubicone (24 giugno – 24 settembre).

E un racconto per immagini in una cornice inedita è quello proposto dalla mostra “Tutti al mare” (1 luglio – 31 agosto): lungo 2,5 chilometri di spiaggia, dal bagno 47 al bagno 100, sarà possibile ripercorrere i primi 180 anni dalla fondazione del primo stabilimento balneare attraverso una serie di 100 immagini su plance: dal Kursaal all'Isola delle Rose, dalla palata a Renzo Pasolini, dal corteo dei fiori alle dune del lungomare di oggi, dalle baracche delle origini ai chiringuito.

Da segnalare la tappa a Rimini dello Strega Tour (13 giugno), l'incontro con i finalisti del prestigioso premio per la letteratura, che saranno intervistati al Teatro Galli dalla scrittrice riminese Lorenza Ghinelli e Alice Bigli, direttrice del festival letterario per ragazzi Mare di libri, l'unica manifestazione in Italia rivolta ai lettori adolescenti, al via venerdì 16 giugno.

In omaggio a Sergio Zavoli, il 21 settembre è in programma un doppio appuntamento: un convegno dedicato al giornalista e la storia della televisione in collaborazione con l'Istituto storico di Rimini e una serata di letture musicali realizzata in collaborazione con Interno 4. 

Approfondisci:

I 10 eventi da non perdere in giugno a Rimini e dintorni

I 10 eventi da non perdere in giugno a Rimini e dintorni

Festival

È un'estate fatta anche di festival, tra cinema, parole e musica. Tra gli eventi speciali da segnalare è la nuova edizione de “I luoghi dell'anima”(10-17 giugno) ideata e curata da Andrea Guerra. Tra il cinema Fulgor e la corte di mezzo di Castel Sismondo, incontri, masterclass, presentazioni con personaggi come Ferzan Ozpetek, Noemi, Omar Pedrini, Luigi Lo Cascio, Vince Tempera, Tosca, Carmen Yanez.

Atteso anche il ritorno di “Biglietti agli Amici” che propone tre serate (dal 27 al 29 giugno) con ospiti dal mondo della letteratura, musica, cinema, spettacolo e della fotografia. Insieme a Marco Missiroli, attesi tra gli altri Malika Ayane, Mario Beltrambini, Fabio Canino, Chiara Francini, Adele Ghirri, Fabrizio Gifuni, Paolo Giordano e Vittorio Lingiardi.

Fra gli appuntamenti 'classici' dell'estate riminese il Festival del mondo antico e ancora Cartoon Club (10 al 16 luglio), il festival internazionale del fumetto e dei games, mentre torna a fine estate (23 agosto-15 settembre) il festival teatrale Le città visibili. Sarà il mitico Amarcord di Federico Fellini, (di cui quest'anno si celebrano i 50 dall'uscita nelle sale), ad aprire il 10 luglio Agostiniani Estate, la storica rassegna di cinema sotto le stelle: in cartellone una ventina di titoli con alcuni tra i film più belli della stagione appena conclusa.

L'omaggio a L'altro Battisti e ai suoi album bianchi con Morgan, Chiara Galiazzo, Simona Molinari, Filippo Graziani, Orchestra d'archi e Band Rimini Classica apre il 25 giugno Percuotere la mente, che porterà a Rimini Manuel Agnelli, Anna Calvi , Gavin Bryars Ensemble, Roberto Cacciapaglia, Davide Tura Urgon Trio e Virginio Ensemble.

La rassegna come di consueto è prologo della Sagra Musicale Malatestiana, giunta quest'anno alla sua 73esima edizione e che entrerà nel vivo a settembre, col primo concerto sinfonico (7 settembre) che vedrà la presenza di una stella del calibro di Martha Argerich.

Tra i tanti eventi da segnalare, l'approdo al Teatro Galli del Santarcangelo Festival (16 luglio), la danza con la quarta edizione del Concorso Noureev (25-30 luglio), rassegna internazionale che porterà al Teatro Galli candidati provenienti da Italia, Francia , Olanda, Belgio, Giappone ei tre concerti della rassegna jazz itinerante Crossroads.

Tra le novità dell'estate 2023 Rimini in musica, il festival dedicato alla musica che ospita il premio "Film Videoclip Award Italia" assegnato al miglior Videoclip dell'anno.

Musei

Novità anche per i musei che si aprono ancora di più alla città. Ogni mercoledì i musei di Rimini sono ad ingresso gratuito per i residenti e a prezzo ridotto per tutti. Ai residenti è inoltre riservato un ingresso a prezzo scontato per tutti gli altri giorni della settimana. Le nuove tariffe previste inoltre la possibilità per tutti, residenti e non, di visitare gratuitamente i Musei di Rimini nel giorno del proprio compleanno. Infine tutti gli under 25 hanno la possibilità di entrare gratuitamente al Palazzo del Fulgor. Si ricorda infine che durante l'estate è possibile visitare i Musei anche in orario serale, nelle giornate di mercoledì e venerdì, dalle 21 alle 23.

“Il valore non sta nella quantità di eventi ma nel fatto che in ognuna di queste iniziative c'è il seme e la traccia dei mille rivoli che vanno a comporre la natura della candidatura di Rimini a Capitale italiana della cultura – dichiara il sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad - Vogliamo uscire dalla estemporaneità per entrare in una nuova fase della nostra proposta, dopo gli investimenti fatti sui contenitori culturali e quelli che stiamo facendo e che faremo, ad esempio, per il completamento della rete museale. Non deve quindi stupire l'accostamento di iniziative al di fuori dei canoni culturali dentro a questo cartellone: c'è in fondo il segreto e l'eccezionalità di una candidatura come quella di Rimini: il suo mettere continuamente assieme elementi di cultura alta e popolare, in maniera più naturale che strutturata”.

La presentazione del cartellone è stata l'occasione per presentare Francesca Bertoglio e Cristina Carlini, le due direttrici artistiche del progetto di candidatura di Rimini 2026. "Rimini è arrivata come una chiamata a cui non si può dire di no – sottolinea Bertoglio – L' obiettivo del progetto di candidatura, ancor prima che ottenere il riscontro dall'esterno, è risvegliare un forte orgoglio dei cittadini. Questa forte consapevolezza deve emergere nel dossier di candidatura che presenteremo. Rimini è una città evocativa, poetica, suggestiva che ha costruito una memoria collettiva negli italiani. Una sensazione così potente che vogliamo esprimere nel progetto. Dietro la formula 'Vieni Oltre' c'è l'invito a scoprire tutte le anime della personalità sfaccettata di questa città”.

“Il progetto di candidatura è l'occasione per riflettere sulla propria identità e su che cosa si vuole diventare in futuro – sottolinea Cristina Carlini – Non si costruisce nulla senza partire da quello che si è e dalla propria storia. Ed è questa su questa base che ci stiamo muovendo anche nei confronti delle nuove generazioni, a cui stiamo dedicando un'attenzione particolare perché sappiamo che stiamo costruendo insieme un progetto di cui i giovani registrati saranno protagonisti. La città ha un'opportunità da non perdere, per questo deve stringersi attorno a questa candidatura e sentirla come propria”.