Cosa FareSimona Ventura: "Amo Riccione da sempre"

Simona Ventura: "Amo Riccione da sempre"

La conduttrice ospite a ‘Show75’: "Ho passato qui la mia infanzia, ma quanti ricordi anche in discoteca"

Simona Ventura è molto legata a Riccione
Simona Ventura è molto legata a Riccione

Riccione, 21 agosto 2022 - Da sempre legata a un filo rosso alla riviera romagnola, Simona Ventura stasera sarà ospite di ’Show75: Interviste a grandi personaggi per i 100 anni di Riccione’. Attraverso gli amarcord la nota attrice e conduttrice televisiva, ripercorrerà alcune delle tappe che, in un secolo, hanno portato la cittadina rivierasca a diventare una località balneare di fama internazione. L’appuntamento è per le 21,30 al Bagno 75 sul lungomare della Repubblica, dove la Ventura sarà intervistata della giornalista Margherita Barbieri, ideatrice della rassegna assieme a Simona Silvagni, tenace imprenditrice balneare. La Signora della tv annuncia intanto il suo ritorno su Raidue e al cinema col documentario su Pannella.

Riccione è il fil rouge che la lega dall’infanzia?

"E’ il luogo dove ho trascorso la mia infanzia, ci venivo fin da piccolissima, con mio padre e a mia madre. Alloggiavamo all’Hotel Carlton, spesso andavamo a magiare la pizza al Trampolines. I miei genitori sono stati più volte ospiti dell’hotel Mediterraneo dove partecipavano ai tornei di burraco. Per tantissimi anni siamo stati a Riccione, poi ora per motivi di amore e lavoro, sono diventata più riminese, ma alla fine la Romagna è una. Sono comunque felicissima di tornare a Riccione per questo centenario".

Nel tempo c’è tornata per più motivi?

"Le occasioni sono state tante, nel 1995 ci sono tornata come ospite di un Disco per l’estate e nello stesso anno ho girato Cuori e danari. Poi nel 2003 per il veglione di San Silvestro ’"Quelli che… il Capodanno’, in coppia con Gene Gnocchi E’ stato bellissimo! In sintesi Riccione è sempre stata nella mia vita".

E le serate nei templi del ballo?

"Ricordo il Peter Pan, dove avevamo organizzato una serata pro associazione Segno di Montefiore alla quale sono rimasta molto legata, poi il Prince (ora Musica), il Cocoricò. Poi il divertimento è cambiato, e tanta gente preferisce andare nei chiringuiti sulla spiaggia".

Qualche aneddoto?

"Ne ho tantissimi. Ricordo che i giorni in cui si girava Cuori e danari per Mediaset al Peter, erano molto piovosi, la scena era di cartapesta, così a ogni pioggia si scioglieva, pazzesco! Quand’ero sedicenne, la serata in discoteca con gli amici vidi una splendida Eva Robin’s".

Si è appena chiusa La Terrazza della Dolce Vita al Grand hotel di Rimini.

"Abbiamo avuto tutto esaurito ogni sera con tanti ospiti, stiamo già preparando la quarta edizione. Siamo davvero felici di questo successo e di trascorrere sempre più tempo in riviera".

Arriva l’autunno, torna Citofonare Rai2?

"Con Paola Perego torneremo su Raidue la domenica mattina dal 18 settembre. La Rai ci ha creduto e noi ne siamo contenti, ci rivedremo con un nuovo cast e tanti ospiti, andremo avanti per 37 domeniche. Dal 26 intanto saremo alla rotonda Primo Maggio di Milano Marittima per la prima edizione di Ospiti alla città giardino".

Cos’altro c’è in cantiere?

"Io e Giovanni Terzi, come autore, stiamo chiudendo la regia del documentario Gli ultimi 100 giorni di Marco Pannella che, a novembre, verrà presentato al Festival del Cinema di Torino".