Riccione, 9 febbraio 2019 - Due studenti di 23 anni, di Gradara (Pesaro Urbino) e con il domicilio a Riccione, sono ricoverati in gravi condizioni all'ospedale di Rimini dopo essere stati accoltellati la notte scorsa, attorno all'una, davanti a una delle uscite del ristorante brasiliano La Mulata di Riccione, in via Torino (video). Sul posto sono intervenuti i carabinieri, allertati in seguito ad una lite scaturita fose da una richiesta di denaro non esaudita: "Dammi 50 euro che devo comprarmi la droga", la scintilla che avrebbe scatenato l'aggressione. In tarda mattinata sono stati fermati tre giovani italiani appartenenti alla comunità Sinti, nel campo di Coriano: hanno 27, 25 e 17 anni. 

AGGIORNAMENTO Rissa a Riccione, gli amici sotto shock. "Giovani bravissimi"

Come mostrano le immagini delle telecamere di videosorveglianza del locale, i due 23enni erano usciti per fumare una sigaretta in un cortile del ristorante: sono stati avvicinati con fare minaccioso da quattro persone, visibilmente ubriache, e improvvisamente è partita una scazzottata, finita con l'accoltellamento dei due con un coltello a serramanico. Un'aggressione durata circa due minuti e molto feroce.  I fermati sono accusati di duplice tentato omicidio volontario aggravato. Alcuni parenti, arrivati davanti al locale riccionese, hanno minacciato i giornalisti presenti.

RICCIONEGALLERY_36862968_125304

"Nelle immagini si vede bene un ragazzo togliere il cappellino ad un altro, come a provocarlo e poi far partire il colpo - racconta il titolare del locale, Gustavo Da Silva, all'Ansa -. Sono quattro ragazzi contro due. Uno viene ferito subito, l'amico scappa verso l'uscita e viene inseguito dagli aggressori che lo prendono alle spalle". "Il secondo ferito - prosegue - è stato trovato poco distante l'ingresso del ristorante alla fermata del bus da una sua amica. Noi abbiamo soccorso i due ragazzi, tamponato il sangue e chiamato il 118. La targa dell'auto sulla quale sono scappati i 4 aggressori è stata invece presa da una delle ragazze del gruppo dei giovani di Gradara. Forse era una Mercedes grigia". Gli aggressori fanno parte di un altro gruppo presente ieri sera nel locale: stavano festeggiando un compleanno.

Nella caserma di Riccione (video), si sono svolti gli interrogatori dei giovani da parte dei carabinieri coordinati dal pm, Paolo Gengarelli. In attesa della convalida del fermo, i due maggiorenni sono stati portati nel carcere di Rimini, il 17enne in un centro di prima accoglienza per minori a Bologna. Uno dei feriti è stato colpito all'addome, ha riportato problemi a un polmone ed è ricoverato in Rianimazione. L'altro, accoltellato al braccio, è invece in Chirurgia. Sono stati operati nella notte, per entrambi la prognosi è riservata. 

Posti di blocco dei carabinieri in tutta la zona. Impiegati cento militari nell'operazione.