Riccione (Rimini), 12 febbraio 2019 - Secondo gli investigatori è quello che ha sferrato le coltellate alle spalle dei ragazzi di Gradara davanti alla Mulata (FOTO). Da 48 ore le forze dell'ordine lo stavano braccando ovunque, con posti di blocco e retate nei campi nomadi di tutta la provincia. Questa mattina, il sinti di 27 anni, sentendosi ormai spacciato, si è presentato con il suo legale alla porta dei carabinieri di Riccione per costituirsi.

LEGGI ANCHE Campi rom al setaccio

RICCIONEGALLERY_36862968_125304

E' accusato di duplice tentato omicidio aggravato e di tentata rapina assieme alle altre persone, due maggiorenni e un minorenne, già fermate la sera della violenta aggressione. Un'altra buona notizia arriva dall'ospedale dove è ricoverato il più grave dei ragazzi feriti che è stato dimesso dalla Rianimazione, segno che il quadro clinico ha subìto un miglioramento.

image

Intanto, il Questore di Rimini ha disposto due mesi di chiusura per 'La Mulata' in base all'articolo 100 del Tulps. Il locale, non in regola con i permessi per il ballo, è già stato multato per aver consentito lo svolgimento di spettacoli di intrattenimento danzante.