Comincia a prendere finalmente forma la stagione degli eventi estivi di Rimini. Se tanti sono stati cancellati, a causa dell’emergenza sanitaria, torneranno Cartoon club, il festival dei fumetti e del cinema d’animazione (che si terrà dal 15 al 19 luglio), la rassegna di teatro e musica Le città visibili, gli eventi all’ex colonia Bolognese a cura del ’Palloncino rosso’. Tornerà anche il cinema all’aperto agli Agostiniani e nella nuova arena nella piazza della darsena, anche se le date e il programma non sono ancora stati indicati. Già confermato...

Comincia a prendere finalmente forma la stagione degli eventi estivi di Rimini. Se tanti sono stati cancellati, a causa dell’emergenza sanitaria, torneranno Cartoon club, il festival dei fumetti e del cinema d’animazione (che si terrà dal 15 al 19 luglio), la rassegna di teatro e musica Le città visibili, gli eventi all’ex colonia Bolognese a cura del ’Palloncino rosso’. Tornerà anche il cinema all’aperto agli Agostiniani e nella nuova arena nella piazza della darsena, anche se le date e il programma non sono ancora stati indicati. Già confermato per quest’anno l’Italian bike festival, che si terrà ancora a settembre, nel weekend dall’11 al 13. Si farà anche la Notte rosa, che quest’anno diventa una settimana rosa e si sposta in agosto (dal 3 al 9), e tornerà anche Al meni.

Proprio ieri il Comune di Rimini ha annunciato le nuove date del circo dei sapori ideato e diretto dallo chef pluristellato Massimo Bottura. Al Meni si svolgerà a settembre, dal 25 al 27. Ternerà nella veste che abbiamo imparato a conoscere e gustare in questi anni: ci saranno gli showcooking dei cuochi stellati, gli stand con il cibo di strada, il mercato con le eccellenze enogastronomiche dell’Emilia Romagna e anche quello dei designer e degli artigiani di Matrioska.

"Stiamo lavorando – conferma il sindaco Andrea Gnassi – a una speciale edizione di Al Meni". Speciale perché cadrà nel centenario dalla nascita di Fellini, e perché preceduta da un’anteprima: a Rimini si svolgeranno gli ‘Stati generali del sogno’, che vedranno personaggi del mondo della cultura, dell’arte, della gastronomia, dell’ambiente confrontarsi su vari temi. "In questa edizione – continua Gnassi – daremo ancora più spazio a chi ha lavorato con il territorio e a chi ha creduto nella ristorazione italiana. Daremo spazio ai giovani che stanno interpretando i cambiamenti e propongono una visione fresca dell’Italia. Con questa energia si cimenteranno con i migliori prodotti della nostra regione. Si può stare ancora insieme, rispettando tutte le prescrizioni e le regole di distanziamento".

Nell’estate post-Covid sono saltati invece a Rimini tutti i grandi eventi dedicati ai giovani, come la Molo street parade e il festival Rimini beach arena in spiaggia. In queste ore è stato annunciato dagli organizzatori anche il rinvio del Tiberio music festival. "Abbiamo provato fino alla fine a salvare la manifestazione – spiega Filippo Zilli, consigliere comunale, e uno degli artefici del festival – ma con questi protocolli e regolamenti, spesso assurdi, è impossibile organizzare un evento che conta ad ogni edizione quasi 30mila presenze. E’ solo un arrivederci: torneremo nel 2021. Nel frattempo un pensiero va ai tanti collaboratori, dipendenti, tecnici, artisti che ancora stanno vivendo un momento complicato".