Anche Riccione le può chiedere

La circolare dei due dicasteri prevede l'aumento delle licenze dei taxi fino al 20% per le città capoluogo di regione, metropolitane ed aeroportuali. Riccione è inclusa nella lista poiché il bacino interessato dall'aeroporto di Rimini comprende anche il suo territorio.

Più taxi anche a Riccione. Nella circolare dei due dicasteri, quello alle infrastrutture e trasporti e quello delle imprese e del made in Italy, nellaumento delle licenze dei taxi rientra anche la Perla verde. A far parte dei comuni che possono chiedere e ottenere l’aumento fino al 20% delle licenze rientrano le città capoluogo di regione, quelle metropolitane ed infine le città con un aeroporto, che nel nostro caso si trova nel territorio di Rimini. Tuttavia la circolare precisa che "...va infatti considerato: che i sistemi aeroportuali insistono normalmente su aree di sedime che sono riconducibili anche a più Comuni (in ragione dell’ampiezza delle infrastrutture aeroportuali)". Ciò comporta che si guarda al bacino interessato dalla struttura aeroportuale e non ai limiti del comune ospitante. Da qui l’inserimento di Riccione nella lista dei municipi che possono chiedere l’aumento delle licenza.

a.ol.