Soccorsi in spiaggia

Rimini, 12 giugno 2018 - Un'altra tragedia in mare. Il terzo annegamento in appena quattro giorni, si è consumato ieri pomeriggio, all’altezza dei bagni 52-53, sul lungomare Murri. Fino a ieri era, la vittima non era ancora stata identificata. Si tratterebbe di un uomo anziano, di circa 80 anni.

A VEDERE il corpo che galleggiava in acqua supino, poco prima delle 16,30, a circa 50-70 metri dalla riva, è stato il bagnino di salvataggio. E’ corso subito in quella direzione e ha portato il poveretto sulla riva, cominciando le manovre di rianimazione. Nel frattempo era già partito l’allarme al 118, ma nonostante i tentativi degli operatori sanitari non c’è stato niente da fare, e alla fine sono stati costretti a constatarne il decesso. Da un primo esame del cadavere, non risultano traumi di alcun tipo, ma le cause della morte non sono ancora chiare e non si sa nemmeno da quanto tempo il corpo si trovasse in acqua. E’ probabile che l’uomo stesse facendo il bagno, quando è stato colto da un malore e non è riuscito a raggiungere la riva. La Capitaneria di porto sta cercando invece di scoprire le generalità della vittima che quasi certamente non era un bagnante dello stabilimento dove è stato trovato.