Antonio Magnani
Antonio Magnani

Misano (Rimini), 10 ottobre 2019 - A soli 61 anni se n’è andato Antonio Magnani, sindaco di Misano dal 2004 al 2009, dopo avere ricoperto ruoli di assessore e consigliere comunale. Per anni è stata una figura importante in politica e nella Cna.

Magnani era un politico atipico per gli standard attuali. Non urlava e soprattutto sapeva ascoltare. «Il suo ufficio poteva essere anche il tavolino di un bar: si sedeva e ti sapeva ascoltare, una dote che a tanti politici di oggi manca», racconta Fabrizio Piccioni, sindaco di Misano.

«La mia vita politica è cresciuta anche al fianco di Antonio. Ha fatto politica pensando ai cittadini e lo ha fatto concretamente con un obiettivo unico: il bene della comunità e di Misano». Giunta e consiglieri comunali esprimono condoglianze alla famiglia, allo stesso modo la segreteria del Pd. «Tutti ne ricordano la grande umanità, competenza, equilibrio e disponibilità, doti che hanno sempre contraddistinto il suo lungo impegno politico e professionale – scrivono dal partito -. Ci lasci un grande vuoto nel cuore Antonio ma al tempo stesso anche il grande insegnamento ed esempio di esserti messo al servizio della città e della comunità con umiltà e dedizione. Hai contribuito a rendere Misano ancora di più una città coesa, solidale ed inclusiva e di questo Misano te ne sarà per sempre eternamente grata».

Magnani alternava gli impegni e la passione per la politica con l’attività in Cna iniziata già negli anni ‘80. Per anni è stato responsabile del settore amministrativo e finanziario, poi ha seguito il territorio misanese. Aveva lasciato Cna durante il periodo da sindaco per tornarci al termine del mandato fino al 2018, anno del pensionamento. «Il dono più grande che ci lascia è il ricordo del suo sorriso e la sua capacità di strapparlo a tutti», così lo ricorda Davide Ortalli direttore di Cna Rimini. Il rosario si terrà alla chiesa della Cella venerdì alle 20,30.

Il funerale è previsto sabato alle 10 del mattino.