Incidente in A14 tra Rimini e Riccione il 9 gennaio 2019
Incidente in A14 tra Rimini e Riccione il 9 gennaio 2019

Rimini, 09 gennaio 2019 – Traffico in tilt in A14 a causa di un grave incidente (video). Lo schianto è avvenuto poco dopo le 13 in autostrada, tra i caselli di Rimini Sud e Riccione, in direzione Ancona. Un autobus pieno di turisti ha tamponato un’automobile che era ferma, molto probabilmente per un’avaria: a causa del violento colpo, l’auto è stata catapultata contro un new Jersey.

L’impatto è stato devastante. Sarebbero, infatti, cinque le persone ferite, quelle a bordo dell’auto, trasportate agli ospedali Bufalini di Cesena e Infermi di Rimini. Due sono partite con il codice di massima gravità. L’incidente ha provocato code di diversi chilometri tra Rimini Nord e Riccione.

image

Il caos in autostrada si scatena alle 13, 30, a tre chilometri dal casello di Rimini sud, in direzione Ancona. Dalla ricostruzione fatta dalla Polizia autostradale di Forlì, non sembrano esserci dubbi sulla dinamica di un incidente che poteva davvero finire in una strage. 

L'auto, un suv con a bordo padre, madre, zio e tre figli, bosniaci residenti a Macerata, stava viaggiando sulla prima corsia, quando improvvisamente il conducente ha capito che qualcosa non andava. Problemi meccanici che andranno approfonditi, ha spiegato la Stradale, quel che è certo è che la donna che è al volante della Sharan comincia a rallentare. Non se ne accorge però l’autista del pullman di turisti che sta arrivando dietro, o forse la velocità è talmente sostenuto che non riesce a evitare la macchina, e la centra in pieno.

Lo schianto è violentissimo, l’auto viene scaraventata contro il guard-rail in cemento e si ferma di traverso in mezzo alle due corsie di sorpasso. Solo un miracolo vuole che le altre auto che stanno sopraggiungendo riescano a frenare in tempo per non finire addosso al suv, provocando un autentico macello. 

Pochi minuti dopo e la zona risuona di sirene. Sul posto arrivano la Polizia, le ambulanze del 118 con le auto medicalizzate al seguito e i vigili del fuoco. La scena che si para davanti ai soccorritori è di quelle da paura, e per un momento si teme il peggio. Sul pullma di linea pugliese, ci sono 39 passeggeri e due autisti. Sono frastornati e pieni di escoriazioni, ma nessuno ha ferite gravi. La sitazione è ben diversa dentro il suv, ridotto in condizioni pietose. Dentro ci sono sei persone, tra cui tre gemellini, di 15 anni che sembrano però quelli meno gravi. Per estrarre la madre rimasta intrappolata nelle lamiere, i vigili del fuoco devono lavorare a lungo, ma alla fine quello che appare in condizioni più gravi è il papà, 40 anni. I medici lo stabilizzano, ma le ferite che ha riportato sono molto serie e subito viene allertata l’eliambulanza. 

Nel frattempo l’A14 è andata letteralmente in tilt. In pochi miniti si è formata una coda interminabile che costringe gli agenti della Stradale a gestire una situazione davvero difficile. La corsia sud viene chiusa immediatamente, e le auto in transito vengono fatte uscire obbligatoriamente a Rimini sud. Il traffico ovviamente è impazzito, e il colpo di grazia arriva quando anche la corsia Nord viene sbarrata al traffico, a causa dell’arrivo dell’elisoccorso. Il ferito viene caricato a bordo e trasportato all’ospedale Bufalini di Cesena, dove si trova in prognosi riservata. 

Il resto della famiglia viene portato invece al pronto soccorso dell’Infermi. I tre ragazzini non hanno riportato ferite gravi, mamma e zio sono stati meno fortunati, ma nessuno dei due si trova in pericolo di vita. Mentre le ambulanze portano via i feriti, i poliziotti cercano di ricostruire la dinamica esatta dello schianto che appare comunque piuttosto chiara: il pullman non è riusciuto a frenare ed è piombato sulla macchina come un siluro. Soltanto poco prima delle 15, quel tratto di autostrada viene riaperto al traffico e le code cominciano lentamente a smaltirsi.