Gli equipaggi dell'autoraduno Lions Club di Riccione (Foto Concolino)
Gli equipaggi dell'autoraduno Lions Club di Riccione (Foto Concolino)

Riccione (Rimini), 21 giugno 2020 - Le vecchie signore a quattro ruote sposano la solidarietà. Sono una quarantina quelle che, partite stamattina da viale Mestre alle 9,30, hanno partecipato all’autoraduno turistico-culturale pro Emporio Solidale di Riccione (foto). Tra i “gioielli” una Bentley del 1948 e la Triumph TR3l  del 1958, auto originale del film La Dolce vita di Federico Fellini, di proprietà del Senatore Filippo Berselli, arrivato da Bologna con la moglie. In origine l’auto era bianca, finché il nuovo proprietario, che all’acquisto quattro anni fa ne ignorava la storia, l’ha fatta verniciare di nero da un carrozziere di Coriano.

L'on. Filippo Berselli e signora con auto originale della Dolce vit (Foto Concolino)

Accanto a questo esemplare hanno sfilato le mitiche 500 Fiat, alcune Spyder, Ferrari e altre auto in auge tra gli anni Quaranta e Settanta. Tra gli ospiti il comico Maurizio Ferrini, in arte la Signora Coriandoli, arrivato a bordo della sua nuovissima 208 Peugeot giallo oro con il volto della Coriandoli sulla portiera. A organizzare l’iniziativa sono stati l’Adriatic Veteran Cars Club & Veteran Car Club Lions Italy e il Lions Club Riccione, rispettivamente presieduti da Gabriele Fabbri,  Claudio Villa e Paolo Del Bello, per sostenere l’Emporio solidale, supermarket per alimenti e generi di prima necessità, al quale fanno riferimento una quarantina di famiglie in difficoltà economiche. Il servizio, aperto di recente in viale del Commercio, ex sede della Tucker, viene gestito dalle quindici associazioni della Consulta della solidarietà, per l’occasione rappresentata dal presidente Luigi Casadei, dal vice Roberto Mengucci e dalla segretaria Annalisa Crestani. Attraverso Ospedaletto di Coriano e i castelli di Faetano, Borgo Maggiore e Acquaviva di San Marino, le auto hanno raggiunto San Leo. Poi pranzo al Lago verde di Soanne. Nel pomeriggio visita a Pennabilli, Passo della Cantoniera, Carpegna, Monte Cerignone, Morciano e ritorno a Riccione.