Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 giu 2022

Autunno, Sartori e Zaghi favoriti nel toto-giunta

Morciano, consultazioni in corso per il prossimo team di Ciotti: "Dal 50% di nuovi consiglieri partirà il parziale rinnovamento"

22 giu 2022
Il confermato sindaco di Morciano Giorgio Ciotti al lavoro per la nuova giunta
Il confermato sindaco di Morciano Giorgio Ciotti al lavoro per la nuova giunta
Il confermato sindaco di Morciano Giorgio Ciotti al lavoro per la nuova giunta
Il confermato sindaco di Morciano Giorgio Ciotti al lavoro per la nuova giunta
Il confermato sindaco di Morciano Giorgio Ciotti al lavoro per la nuova giunta
Il confermato sindaco di Morciano Giorgio Ciotti al lavoro per la nuova giunta

Tutte le forze politiche che hanno portato al trionfo di Giorgio Ciotti ora attendono le consultazioni di questa settimana per capire come si formerà la nuova giunta. Ma il neosindaco di Morciano, dall’alto delle sue quasi 2.200 preferenze con oltre il 91% dei consensi ha le idee chiare: "Abbiamo un 50% di nuovi consiglieri comunali in maggioranza – dice Ciotti – e dunque se ne dovrà tenere conto anche nella futura Giunta dove certamente vi sarà una parte di rinnovamento. Gli assessori saranno proprio scelti tra gli 8 consiglieri che vorrei ricordare: Andrea Agostini, Danilo Ottaviani, Rosina Martella, Antonio Bellopede, Pierluigi Autunno, Alessandra Zaghi, Ilaria Sartori e Stefano Pangrazi. Gli ultimi 4 sono nuovi consiglieri comunali". Proprio Autunno, Sartori e Zaghi paiono tra i favoriti per un posto in giunta tra i nuovi, ma tra i precedenti assessori sono ancora possibili come conferme Agostini e Martella.

Nelle prossime ore si annunciano comunque nuove consultazioni per le scelte definitive: "Un criterio fondamentale sarà il tempo che i neo-assessori potranno dedicare a Morciano ed alla cosa pubblica – conferma il sindaco –, perché naturalmente per seguire bene le proprie mansioni e incarichi si necessita di un tempo tecnico che è fondamentale. E poi naturalmente anche le professionalità e le competenze dovranno essere valutate attentamente. Ma credo proprio che il rinnovamento in giunta partirà dal rinnovamento in consiglio comunale. E vorrei ricordare che per un Comune come il nostro, al di sotto dei 10mila abitanti, non vi sono incompatibilità tra assessore e consigliere, perché la legge prevede che si possano ricoprire entrambi i ruoli". Un’amministrazione, dunque, che nasce nel segno della continuità ma che partirà anche dal dato che sono stati aggiunti altri 700 voti ai 1.500 della precedente tornata elettorale e dunque una parte di merito andrà riconosciuto anche alle nuove forze protagoniste di questa netta vittoria elettorale.

Luca Pizzagalli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?