Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
3 giu 2022

Banca Centrale, Vivoli è il direttore generale

Il prossimo numero uno dell’istituto assumerà l’incarico dal primo luglio, per sei mesi come facente funzioni

3 giu 2022
Andrea Vivoli è entrato in Banca Centrale nel dicembre del 2008
Andrea Vivoli è entrato in Banca Centrale nel dicembre del 2008
Andrea Vivoli è entrato in Banca Centrale nel dicembre del 2008
Andrea Vivoli è entrato in Banca Centrale nel dicembre del 2008
Andrea Vivoli è entrato in Banca Centrale nel dicembre del 2008
Andrea Vivoli è entrato in Banca Centrale nel dicembre del 2008

Andrea Vivoli è il nuovo direttore generale della Banca Centrale. Lo fa sapere l’Istituto di via del Voltone riferendo dell’esito del bando di selezione indetto nel dicembre dello scorso anno dalla stessa Bcsm. "A seguito della valutazione dei titoli – riferiscono da Banca Centrale – delle prove sostenute e di quanto deliberato dal consiglio direttivo, Andrea Vivoli è risultato vincitore di tale selezione". Vivoli ha assunto l’incarico di vice direttore di Bcsm dal primo giorno di giugno e assumerà l’incarico di vice direttore facente funzioni di dg, come disposto dal bando, "a decorrere dall’1 luglio 2022, terminato il proficuo mandato dell’avvocato Giuseppe Ucci in tale ruolo". Superato il periodo di prova di sei mesi previsto dal bando, "previo gradimento del Consiglio grande e generale – spiegano dall’Istituto della Repubblica – assumerà l’incarico di direttore generale per sei anni, come previsto dall’articolo 14, comma 2, dello Statuto di Banca Centrale".

Nato a Firenze nel 1967 e laureato con lode in Economia e Commercio, con una tesi in tecnica bancaria, Vivoli è entrato in Banca Centrale 14 anni fa, esattamente nel mese di dicembre del 2008, dopo aver prestato servizio per oltre 10 anni presso il Servizio vigilanza sull’Intermediazione finanziaria di Banca d’Italia. In Banca Centrale il nuovo direttore generale, che entrerà in carica tra poco meno di un mese, ha assunto molteplici ruoli di responsabilità per le unità organizzative del Dipartimento vigilanza e ispettore del Coordinamento di vigilanza, coordinando, per conto di Banca Centrale, progetti di natura sistemica, "tra gli altri – ricordano dalla Banca Centrale di San Marino – la Convenzione monetaria con l’Unione Europea, l’adesione alla Sepa, ma anche l’istituzione della Centrale dei rischi".

Ma, il nuovo direttore generale di Banca Centrale, ha svolto anche attività di consulenza nel settore privato. "Il consiglio direttivo è certo – concludono da via del Voltone – che l’attività, la professionalità ed il lavoro del dottor Vivoli consentiranno il raggiungimento di obiettivi e traguardi ancora più sfidanti per il bene di Banca Centrale e di San Marino". Consiglio direttivo che non dimentica di "esprimere gratitudine all’avvocato Giuseppe Ucci", che concluderà il mandato in Banca Centrale quale Vice Direttore facente funzioni il prossimo 30 giugno, "per lo straordinario lavoro realizzato e la grande dedizione dimostrata verso Banca Centrale, avvenuti in un contesto di significativa difficoltà per il sistema finanziario".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?