Via Romagna
Via Romagna

Rimini, 16 giugno 2021 - Scoprire la Romagna in bicicletta, lontani dal traffico e con un percorso studiato appositamente per i ciclisti di qualsiasi età e qualsiasi bici.... Che sia un'elettrica o una gravel (sempre più di moda), una mountain bike o una bici da corsa, la nuova Via Romagna accontenterà tutti i gusti. Nasce la prima grande ciclovia della Romagna. E' una delle prime in Italia, ideata sull'esempio delle grandi ciclovie europee.

"Ci sono voluti due anni per mappare tutto il percorso, modificato più volte. Ma finalmente ci siamo. E in questi giorni verrà completato il posizionamento dei cartelli e delle tabelle lungo il percorso", spiega Andrea Manusia di Apt, che ha seguito in prima persona il progetto, presentato questa mattina a Rimini. La Via Romagna nasce con un intento dichiarato: fare sempre di più della Romagna la terra del cicloturismo. "E' un prodotto turistico a tutti gli effetti, che stiamo già promuovendo e promuoveremo sempre di più. La ciclovia ha un percorso che tutti possono affrontare, con qualsiasi bici e qualsiasi grado di allenamento", dice il presidente di Apt Davide Cassani (assente questa mattina alla presentazione, per un altro impegno). Un percorso che attraversa 28 comuni, lungo la bellezza di 462 km, completamente georeferenziato, con indicazioni su tutto quello che c'è da vedere e da gustare lungo l'itinerario: borghi, castelli, monumenti. Ma la Via Romagna fornisce indicazioni anche su dove fare tappa, dove mangiare e dormire e dove fare rifornimento d'acqua, e pure dove i negozi e le officine per l'assistenza della bici. L

'itinerario parte dal Delta del Po a Comacchio, attraversa strade secondarie con poco traffico e strade bianche, fino a San Giovanni in Marignano. La ciclovia passa lontano dalla costa, ma vengono indicate tutte le strade meno trafficate per raggiungere dai comuni della Riviera la Via Romagna. L'ideale per chi vuole pedalare senza pericoli. Ma dietro al progetto c'è anche un grande obiettivo verso una mobilità sostenibile: L'Emilia Romagna si candida a prima regione in Italia che trasformerà le strade minori a strade ad alta priorità per i ciclisti. "Un progetto che mette al centro la Romagna, tutta, e che dimostra - dice Andrea Gnassi, sindaco di Rimini e presidente di Visit Romagna - come il nostro territorio, al di là delle solite e sterili polemiche, sappia andare ben oltre i campanili". Ma i campanili, le torri, i castelli si potranno ammirare... percorrendo la Via Romagna.