Quotidiano Nazionale logo
9 apr 2022

"Caos Marecchiese" La strada bocciata da 9 residenti su 10

Il sondaggio del comitato Valmarecchia futura stronca l’arteria. Anche San Marino e Sansepolcro in pressing: va sistemata

Sala gremita giovedì. al teatro. di Novafeltria per la presentazione del sondaggio del comitato Valmarecchia futura sulla Marecchiese
Sala gremita giovedì. al teatro. di Novafeltria per la presentazione del sondaggio del comitato Valmarecchia futura sulla Marecchiese
Sala gremita giovedì. al teatro. di Novafeltria per la presentazione del sondaggio del comitato Valmarecchia futura sulla Marecchiese

La Marecchiese? Insufficiente a supportare il traffico che ogni giorno la percorre dalla Valmarecchia fino a Rimini. Lo dice il 92,5% delle persone che hanno risposto al sondaggio del comitato Valmarecchia futura. E’ una bocciatura senza appello per la Statale 258. Per il 53% la bocciatura deriva dai tempi lunghi di percorrenza. "Strada con manto precario e disconnesso", secondo il 7,7%. Per il 23% l’attuale Marecchiese "pregiudica lo sviluppo della valle". E il 79% la considera la causa della migrazione verso altre zone. Il sondaggio, anonimo (e online), è stato organizzato dal comitato anche per ricavare indicazioni utili per il piano di fattibilità del miglioramento dell’arteria a cui sta lavorando l’architetto Edoardo. Preger per conto della Provincia e dei Comuni interessati. I risultati del sondaggio sono stati presentati giovedì sera all’incontro presso il Teatro Sociale di Novafeltria, gremito per l’occasione. Hanno risposto in 843 all’indagine: il 18,9% ha fra i 18 e 30 anni, il 37,6% fra i 31 e 45, il 35,8% fra 46 e 65, il 7,7% è rappresentato da over 65. L’85% ha dichiarato di risiedere in Valmarecchia. Si tratta di persone "esperte" della Marecchiese: il 45% percorre tra i 500 e gli oltre 1000 km al mese sulla strada, il 38% tra 100 e 500, il restante 17% fino a 100 km al mese. Per gli spostamenti sulla Marecchiese il 93% utilizza l’auto, l’1,6% si muove con mezzi pubblici, oltre il 2% con mezzi pesanti. I motivi dei trasferimenti sono prevalentemente lavoro (57,7%), poi la famiglia (32,6%) e la scuola (1,2%). Soltanto per il 5% di chi ha risposto la Marecchiese "va bene così", mentre il 92,5% la boccia".

Serve una soluzione al più presto. "Collegare la Toscana alla Riviera, passando per la Valmarecchia – ha detto il sindaco di Sansepolcro, Fabrizio Innocenti – aprirebbe scenari di grande interesse. Dobbiamo raggiungere questo risultato". Sansepolcro e altri sette comuni della Valtiberina hanno invitato la Regione Toscana e la Provincia di Arezzo a partecipare all’iter per la nuova Marecchiese. Stesso ritornello da Stefano Canti, segretario di Stato per il territorio di San Marino: "Favorire l’arteria che ci collega all’Italia dalla Marecchiese avrebbe un indubbio e reciproco grande vantaggio".

m.c.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?