Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 lug 2020

Cartoon Club si fa in due Musiche e disegni per il centenario di Fellini

La 36esima edizione del festival del fumetto perde Riminicomix e i Cosplay. La prima parte da mercoledì a domenica, la seconda in autunno.

11 lug 2020

Non molla assolutamente la presa, ‘Cartoon Club’. Forte di una tradizione più che consolidata, tanto che il primo festival risale al remoto ‘85, la rassegna si appresta a celebrare l’edizione numero 36. Chiaramente l’emergenza da Coronavirus ha lasciato il segno, nel senso che due eventi clou come la mostra mercato Riminicomix e la Cosplay convention non si potranno fare, poiché sarebbe stato impossibile osservare il distanziamento che i protocolli impongono. E la durata si è un po’ ristretta, anche se in questo travagliato 2020 ‘Cartoon Club’ si dividerà in due parti: la prima andrà da mercoledì 15 a domenica 19 luglio, cinque giorni comunque intensi, ricchi di appuntamenti, quindi il festival tornerà d’attualità in autunno con altre proposte. "Nonostante tutto ci sono arrivati quasi 1.700 film d’animazione e noi ne abbiamo selezionati 300 – fa sapere Sabrina Zanetti, storica direttrice di ‘Cartoon Club’ –. Sono lavori figli del nostro tempo, si parla di immigrazione e altri temi molto attuali. Quello che mi preme sottolineare è poi la massiccia presenza di registe donne". I ‘corti’ si potranno vedere nel chiostro della chiesa di San Giuliano, nel borgo, e alla Corte degli Agostiniani, arena (da 176 posti) che ospiterà pure i tre lungometraggi, vale a dire ‘La famosa invasione degli orsi in Sicilia’ di Lorenzo Mattotti (15 luglio), ‘Pupazzi alla riscossa’ di Kelly Asbury (17) e ‘Bunuel nel labirinto delle tartarughe’ di Salvador Simò, in calendario domenica 19. Il centesimo anniversario della nascita di Federico Fellini non poteva certo sfuggire agli organizzatori, che al Maestro dedicano una mostra del disegnatore Marco Martellini, la cui matita ha ritratto i principali personaggi creati dal grande regista, da Zampanò (Anthony Quinn) a Casanova (Donald Sutherland), dallo zio Teo di Amarcord (Ciccio Ingrassia) a tanti altri ancora. La mostra si potrà vedere agli Agostiniani, mentre ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?