Ecomondo, una chiusura con il botto . Presenze aumentate del 15 per cento

Ecomondo, una chiusura con il botto . Presenze aumentate del 15 per cento

Ecomondo, una chiusura con il botto . Presenze aumentate del 15 per cento

Ecomondo ha appena mandato in archivio un’edizione di successo. Il salone internazionale dedicato all’economia circolare di Italian Exhibition Group, che si è tenuto in fiera da martedì a venerdì, ha registrato il 15% di presenze in più rispetto all’edizione 2022. La ventiseiesima edizione della rassegna è stata la prima senza Key Energy, da quest’anno autonoma e con un suo calendario. Più di 150mila i metri quadrati dedicati a oltre 1.500 brand espositori, in crescita del 10% sullo scorso anno, per quattro giornate intense di business e networking. In crescita anche la partecipazione digitale attraverso la piattaforma b2b GreentechInsights che ha registrato 600mila visualizzazioni dei profili espositori. È stato poi registrato un incremento del 10% sugli oltre 500 milioni di contatti del 2022. I dati registrano un’affluenza soprattutto da parte di utenze sia di paesi comunitari come Spagna, Germania, Grecia e Serbia, sia di nazioni dell’Africa subsahariana e nord Africa come Egitto e Tunisia. Nel segno del ricordo di Lorenzo Cagnoni, ex presidente di Ieg scomparso il 5 settembre, è stato poi istituito un premio per le aziende più innovative. Sul podio la viterbese Eco Reciclyng, la trevigiana Hbi e il marchio globale Amp Robotics. Tre le startup: la milanese 3Bee, Oxoco di Bari e la vicentina Mixcycling.

Aldo Di Tommaso