Rimini, 24 maggio 2021 - La vittoria dei Maneskin all'Eurovision ha fatto cantare tutta l'Italia. E nel 2022 il festival musicale europeo si svolgerà in Italia, proprio per effetto della vittoria della band italiana. Tante città in queste ore, da Milano a Roma, da Bologna a Pesaro, hanno manifestato la volontà di ospitare l'evento. E Rimini non vuole essere da meno. Per il sindaco Andrea Gnassi l'edizione 2022 dell'Eurovision può essere un'opportunità straordinaria e allo stesso tempo realistica per Rimini.

La vittoria dei Maneskin all'Eurovision (foto Ansa)

La cosa deve essere e sarà oggetto di una valutazione attenta, concreta e dettagliata perchè come strutture pubbliche e private, qui abbiamo senz'altro il knowhow e tutto quanto serve per la competizione vinta quest'anno dai Maneskin". Rimini si giocherà la carta della Fiera che, ricorda Gnassi, "ha dimostrato in passato di poter organizzare concerti con almeno 10mila persone ed è servita da treni e navette".

E poi, sul piatto, "c'è l'enorme capacità ricettiva e di servizi che può vantare Rimini. Tutto questo, e non solo, rende la nostra area tra quelle potenzialmente in grado di accogliere Eurovision 2022, come poche altre in Italia. Avendo in più un contesto organizzato nei servizi e uno scenario di eccellenze naturali, storiche e artistiche davvero unico che potrebbe diventare un vero e proprio straordinario 'fuori salone' coinvolgendo tutta la città e il territorio. Valuteremo insieme a istituzioni e ai privati, nei prossimi giorni, i dettagli dell'avanzamento di una candidatura ufficiale".

Eurovision 2021, effetto Maneskin e Vasco Rossi: "Evviva il rock'n'roll"