MARIO GRADARA
Cronaca

Far West a Marina centro: "Residenti e commercianti ostaggio delle baby gang"

Lettera esposto a prefetto, questore e sindaco delle attività tra i bagni 16 e 23: "Centinaia di minorenni ogni sera occupano i tavoli e fanno fuggire i clienti".

Far West a Marina centro: "Residenti e commercianti ostaggio delle baby gang"

Far West a Marina centro: "Residenti e commercianti ostaggio delle baby gang"

"Non si può lavorare! Siamo accerchiati, ostaggio di bande di ragazzini che invadono i nostri locali, non consumano niente, minacciano anche con coltellini se ripresi e fanno fuggire la clientela. E’ un Far West, chiediamo interventi immediati". E’ lo sfogo di alcuni operatori di Marina centro, tra il bagno 16 e il 23. Commercianti, residenti, ristoratori e bagnini ’ostaggio’ di torme di minori scatenati - non turisti ma residenti, italiani e stranieri di seconda o terza generazione, compresa qualche ragazza - che tutte le sere, dopo le nove, occupano i tavolini dei locali impedendo di fatto a turisti e riminesi di sedersi. Esasperati da una situazione i cui prodromi si erano già manifestati l’estate scorsa, ma che è andata fuori controllo da un paio di settimane, gli operatori hanno inviato una lettera esposto a prefetto, questore, sindaco e assessore alla sicurezza. "Con la presente – è il documento sottoscritto da Gelateria Pellicano beach, Azzurra piccola cucina e cafè, Pellicano pizza, La piada e il mare, condomini del condominio ReMa, bagno 19 e bagno 20 – sollecitano il vostro autorevole intervento per cercare di contrastare il grave problema di sicurezza e ordine pubblico che sta interessando la zona del Parco del mare compresa tra il bagno 16 e il bagno 23".

"Trattasi – continua la denuncia – di una presenza alquanto numerosa (centinaia di ragazzini) che sostano davanti alle attività pubbliche non permettendo il normale svolgimento del lavoro. I suddetti occupano i tavoli destinati ai clienti delle attività senza consumare, minacciando i gestori esibendo coltellini e altri oggetti pericolosi. Le attività sopra elencate sono costrette a chiamare le forze dell’ordine più e più volte a sera senza ottenere alcun risultato... Scriviamo quindi a voi affinché con un intervento immediato si cerchi di risolvere questa grave situazione di disagio e sicurezza, prima che degeneri ulteriormente e succeda qualcosa di più grave".

"E’ un problema anche nel condominio ReMa – sbotta uno dei trenta condomini, tra appartamneti e negozi -. Hanno scalato la terrazza salendoci sopra. E fanno a gara coi risciò finendo contro i muri". "Sono diverse bandi con dei capi – sbotta un operatore –. Occupano i tavoli ordinano un bottiglietta d’acqua in 10. Le famiglie stanno alla larga, ovviamente. O fanno a gara coi risciò e vanno a sbattere contro i muri. Le forze dell’ordine ci sono, ma sembrano impotenti".