Il cielo non sarà tricolore sopra Rimini e Bellaria. Sono stati purtroppo annullati i due show delle Frecce tricolori previsti in Riviera per quest’estate. Il primo appuntamento era previsto il 26 luglio a Bellaria, poi la Pattuglia acrobatica nazionale sarebbe ritornata qui il 23 agosto per lo spettacolo a Rimini. Ieri mattina l’annuncio, doloroso ma inevitabile, dell’aeroclub ’Fogola’ di Ancona, che organizzava le due tappe delle Frecce in Riviera. Ma non sono stati cancellati solo gli appuntamenti di...

Il cielo non sarà tricolore sopra Rimini e Bellaria. Sono stati purtroppo annullati i due show delle Frecce tricolori previsti in Riviera per quest’estate. Il primo appuntamento era previsto il 26 luglio a Bellaria, poi la Pattuglia acrobatica nazionale sarebbe ritornata qui il 23 agosto per lo spettacolo a Rimini.

Ieri mattina l’annuncio, doloroso ma inevitabile, dell’aeroclub ’Fogola’ di Ancona, che organizzava le due tappe delle Frecce in Riviera. Ma non sono stati cancellati solo gli appuntamenti di Rimini e Bellaria. Annullati molti altri show della Pattuglia acrobatica, da Marina di Massa a Fano (9 agosto) passando per Arona e Punta Marina (12 luglio). "In considerazione del perdurare delle norme di sicurezza legate al Covid 19 – scrive il presidente dell’aeroclub di Ancona Massimo Bugianesi, nella lettera inviata ieri al Comune di Rimini – siamo stati obbligati con grande rammarico a prendere la sgradevole decisione di annullare la manifestazione in programma a Rimini per la data del 23 agosto". Niente Frecce a Rimini, "ma è solo un arrivederci, che abbiamo condiviso – assicura Andrea Gnassi – Lo show della Pattuglia acrobatica nazionale è un evento di portata mondiale che Rimini tornerà ad ospitare appena le condizioni lo renderanno possibile. Voglio intanto ringraziare le forze armate e tutti coloro i quali si sono adoperati fino alla fine per cercare di organizzare questa manifestazione straordinaria".

Anche Bellaria non dice addio ma solo arrivederci alle Frecce tricolori, che qui negli ultimi anni erano di casa. "Ospiteremo il loro show appena ci saranno le condizioni – assicurano il sindaco Filippo Giorgetti e il vice Bruno Galli – Quella presa con l’aeroclub di Ancona è una decisione condivisa, determinata dal perdurare delle norme anti-Covid. Lo stato di emergenza fino al 31 luglio impone di contenere il più possibile gli assembramenti, e ci ha indotto a una scelta di buon senso per la tutela di cittadini e turisti". Bellaria ha provato fino all’ultimo (come Rimini) a capire se c’erano le condizioni per ospitare comunque lo spettacolo, ma alla fine si è convenuto che era meglio rinviare tutto. "Visto il permanere delle misure anti-Covid – continuano ancora Giorgetti e Galli – abbiamo ritenuto doveroso evitare alla Pattuglia acrobatica nazionale possibili polemiche per una manifestazione che avrebbe richiamato tanto pubblico", col rischio di assembramenti. Ma la notizia ieri ha suscitato non poche perplessità sui social. Molti si chiedono perché annullare lo show delle Frecce e fare comunque la Notte rosa.

Manuel Spadazzi