Furto notturno alla Scrigno. Svuotate due casseforti

I ladri sono entrati nell’azienda di Santarcangelo forzando una porta. Hanno preso mille euro da uno e smurato l’altro armadietto di sicurezza.

Furto notturno alla Scrigno. Svuotate due casseforti
Furto notturno alla Scrigno. Svuotate due casseforti

È stata una notte di passione quella a cavallo tra domenica a ieri per la Scrigno Spa in via Casale Sant’Ermete a Santarcangelo, dove nella notte un gruppo di malviventi è riuscito a intrufolarsi forzando una delle porte di ingresso e agendo col favore delle tenebre all’interno degli spazi dell’azienda. Secondo i primi riscontri, i ladri ancora ignoti sarebbero riusciti a individuare due casseforti all’interno dello stabile. Con modalità ancora in via di accertamento quindi i malviventi sono riusciti ad aprirne una e trafugare circa mille euro che vi erano custoditi all’interno. Non riuscendo invece ad aprire evidentemente l’altro armadietto di sicurezza, i ladri hanno smurato la seconda cassaforte, portandola via con sé.

Il maxi furto è stato scoperto dal personale dell’azienda questa mattina, con il responsabile dello stabilimento santarcnagiolese che ha subito lanciato l’allarme sollecitando l’intervento sul posto dei carabinieri. Inizialmente nel sito della storica azienda, leader nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di porte e finestre scorrevoli, si sono precipitati i carabinieri del nucleo Radiomobile, a cui successivamente si sono aggiunti i militari del Nucleo investigativo che ora sono al lavoro anche attraverso l’acquisizione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona per identificare i responsabili del furto.

Ieri mattina sono stati eseguiti quindi anche rilievi scientifici laddove è stata smurata una cassaforte e forzata l’altra, mentre appunto la prima ipotesi degli inquirenti è che il gruppo di malviventi sia riuscito a entrare nell’azienda Scrigno forzando una delle porte di ingresso. Infine, non è ancora chiaro il complessivo in denaro che i ladri sono riusciti a trafugare poiché non è stato ancora accertato dai carabinieri tutto il contenuto della seconda cassaforte, quella rubata in toto dai malviventi.