Carabinieri e Gendarmeria rafforzano la collaborazione. Il comandante generale dell’Arma, Giovanni Nistri, accompagnato da una delegazione composta da alti funzionari ieri era a San Marino. Ad accoglierli a Palazzo Begni il comandante della Gendarmeria, Maurizio Faraone, e i competenti funzionari del dipartimento...

Carabinieri e Gendarmeria rafforzano la collaborazione. Il comandante generale dell’Arma, Giovanni Nistri, accompagnato da una delegazione composta da alti funzionari ieri era a San Marino. Ad accoglierli a Palazzo Begni il comandante della Gendarmeria, Maurizio Faraone, e i competenti funzionari del dipartimento Affari Esteri. Il comandante è stato ricevuto dal segretario di Stato per gli Esteri, Luca Beccari e dal segretario di Stato agli Interni, Elena Tonnini. Fulcro del colloquio, "il rafforzamento della cooperazione ai fini della prevenzione e repressione in materia di lotta alla criminalità, al terrorismo e ai fenomeni di devianza sociale – spiegano dagli Esteri - nell’ambito dell’organizzazione di percorsi formativi congiunti per l’accrescimento della professionalità dei corpi di polizia sammarinesi, tramite qualificate risorse formative e addestrative italiane". Segno tangibile di questa rinnovata collaborazione è stata la firma dell’Intesa tecnica di cooperazione tra Carabinieri e Gendarmeria, "che rafforza la già proficua collaborazione tra le forze dell’ordine sammarinesi e italiane. In particolare, l’Intesa amplia gli ambiti di cooperazione tra Carabinieri e Gendarmeria, a partire dalla condivisione di buone pratiche relative alla formazione inerente a tecniche investigative qualificate, nel controllo del territorio". Al comandante Nistri è stata successivamente conferita l’Onorificenza dell’Ordine Equestre di Sant’Agata, prima di recarsi in udienza dai Capitani Reggenti, per poi concludere la permanenza in Repubblica con una visita alla sede del comando della Gendarmeria.