ALDO DI TOMMASO
Cronaca

Riccione, giostre in viale Vespucci gratis per tutti: l’iniziativa di Leonardo

Giovedì 11 luglio il parco divertimenti sarà all’insegna dell’inclusione, con ingresso libero e gratuito dalle 20 alle 22: un modo per far divertire assieme sia persone in situazione di disabilità che no. “Una festa dell’uguaglianza” dichiara l’organizzatore dell’evento

Leonardo, il ragazzo che ha curato l'organizzazione dell'iniziativa

Leonardo, il ragazzo che ha curato l'organizzazione dell'iniziativa

Rimini, 10 luglio 2024 - Una festa che sia per tutti nel segno dell’integrazione e inclusione. Questo è l’augurio che Leonardo Giovannini, ragazzo 19enne fresco di diploma, fa per il suo Summer Park Fest. Domani, le giostre di viale Amerigo Vespucci di Riccione, saranno infatti gratuite per tutti dalle 20 alle 22. Uno splendido modo per far divertire assieme sia persone in situazione di disabilità che no. L’evento è stato organizzato dallo stesso Leonardo, ragazzo in condizione di disabilità, con l’aiuto di Lion Crew e Savina

“Situazione ideale e bella”

L’organizzazione è stata poi possibile grazie al patrocinio del comune di Riccione. Ma come è nata questa iniziativa? A rispondere è proprio Leonardo Giovannini: “Dal 2019 il Luna Park di Genova, il più grande d’Europa, organizza ogni anno una giornata per le disabilità, facendo usufruire gratuitamente le proprie giostre per due ore. È una situazione ideale e bella”.

E aggiunge poi: “Ho pensato. Perché non portare questa realtà anche a Rimini? Così, grazie all’aiuto dei miei ormai ex-educatori e della mia famiglia, è nato il Summer Park Fest”.

Un evento che partirà quest’anno con la sua prima edizione: “Non è potuto partire prima a causa delle restrizioni legate al Covid. Quest’anno però ci siamo riusciti e siamo molto contenti. Mi aspetto tanta gente felice di questo”.

Leonardo sottolinea ancora: “Si tratta di una festa dell’uguaglianza. È un’esperienza unica nel suo genere. Infatti, le giostre saranno gratuite non solamente per le persone disabili ma per tutti. Insieme possiamo fare qualcosa di bello”.

Sarebbe bello che questo evento diventasse popolare non tanto perché mi interessa diventare famoso, ma perché in questo modo si potrà comprendere il significato della parola ‘rispetto’”, conclude.