Samuele Sbrighi
Samuele Sbrighi

Rimini, 10 ottobre 2019 – I ladri del chiodo sono sempre in agguato. Continuano i colpi delle bande che bucano le gomme nei parcheggi, per poi derubare le vittime mentre tentano di cambiare le ruote o attendono i soccorsi. Una tecnica utilizzata da anni, non soltanto a Rimini. A farne le spese martedì mattina è stato Samuele Sbrighi, attore 44enne di Santarcangelo, che si è ritrovato la gomma a terra al parcheggio delle Befane, dove si era recato per fare alcuni acquisti. «Ma fortunatamente i ladri non mi hanno rubato nulla, perché io sono ripartito subito. Per pura coincidenza dovevo andare proprio quella mattina a fare il collaudo della vettura, e l’officina era a soli tre chilometri dalle Befane».

E’ stato poco dopo proprio lì, in officina, che Sbrighi ha scoperto che cosa era successo alla ruota della sua macchina. «Non è stato un caso. Qualcuno aveva infilato un chiodo nella ruota, per forare la gomma. In officina mi hanno spiegato che altre persone, alle Befane e non solo, si sono ritrovate la gomma bucata con lo stesso metodo e poi sono state derubate mentre cercavano di cambiare il pneumatico». Diversi i casi capitati nella stessa officina dove si è recato Sbrighi. Che dopo la disavventura, finita con il danno minimo («meglio una gomma da cambiare che il furto in auto») ha voluto segnalare l’episodio sui social mettendo in guardia. A lui è andata bene, perché a molti altri invece i ladri hanno rubato tutto: borse, portafogli, gli acquisti appena fatti.