La facciata del We.Me Suite Hotel che aprirà a Riccione
La facciata del We.Me Suite Hotel che aprirà a Riccione

Riccione (Rimini), 12 febbraio 2020 - Sarà inaugurato il 15 giugno il suite hotel incastonato nel cuore di viale Ceccarini. Sorto sulle macerie dell’albergo Aquila d’oro, il We.Me si estenderà su una superficie di 3mila metri quadri. Un investimento costato dieci milioni. A presentare il We.Me Suite Hotel sono stati il Gruppo Colombini di San Marino, proprietario della struttura, e il Leardini Group, che la gestirà. Fiore all’occhiello saranno le 24 suite dal design sofisticato, ampie dai 30 ai 40 metri quadrati, di cui due dotate di vasca idromassaggio sulla terrazza. L’area lounge, realizzata al primo piano, si affaccerà su viale Ceccarini, e sarà aperta anche alla clientela esterna. Sarà disponibile per colazioni, pranzi veloci, cene, diventando un punto d’incontro.

Pianterreno e interrato, che si estenderanno su duemila metri quadri, saranno invece riservati agli spazi commerciali. Ancora riservato il nome del brand che sbarcherà in ‘salotto’. L’hotel offrirà il servizio di parcheggio nei multipiani interrati del Curiel e del palacongressi. Duplice il target: quello estivo, votato al divertimento, e quello annuale rivolto al business. Già partite le prenotazioni. "Come gruppo arriviamo a gestire una sessantina di camere su viale Ceccarini - sottolineano i fratelli Rita e Vincenzo Leardini -. Al We.Me si aggiungono l’hotel Metropol e il President. Innovativa è anche l’idea dello spazio lounge aperto a tutti, perché finalmente sta cadendo il pregiudizio che per mangiare bene bisogna andare in un ristorante e per pernottare in albergo".

«Abbiamo pensato d’investire a Riccione - spiega Emanuel Colombini, amministratore delegato del gruppo sammarinese - perché è la località che meglio esprime il concetto che volevamo dare al We.Me, punto di ospitalità con caratteristiche di un certo livello. Per questo elegante e ambizioso progetto ci siamo affidati agli studi degli architetti Vanda Venturi e Massimo Castagna con esperienze internazionali. L’idea iniziale era di far vivere in concreto con un nostro progetto quello che come gruppo progettiamo per grandi alberghi nel mondo, poi ci siamo resi conto che poteva essere un valore aggiunto per il turismo riccionese".

«L’apertura di un hotel di lusso in viale Ceccarini mi rende orgogliosa del lavoro di squadra svolto e dell’obiettivo raggiunto - commenta il sindaco Renata Tosi -. Veder rifiorire un hotel in questo viale con le caratteristiche di una struttura importante e di alto livello legata al brand Riccione, mi rende molto felice".