Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

I marinai di salvataggio in trincea "Ci servono le moto d’acqua"

L’esercitazione di ieri sulla spiaggia libera di piazzale Boscovich
L’esercitazione di ieri sulla spiaggia libera di piazzale Boscovich
L’esercitazione di ieri sulla spiaggia libera di piazzale Boscovich

Tra due settimane i baywatch riminesi torneranno sulle torrette. E in vista della nuova stagione, i marinai di salvataggio tornano a chiedere mezzi adeguati per i soccorsi. Come, per esempio, le moto d’acqua. "Ne basterebbe una per ogni chilometro e mezzo di spiaggia", dicono i marinai di salvataggio. Che ieri, sulla spiaggia libera di piazzale Boscovich, hanno fatto il punto sulla stagione passata e svolto una vera e propria esercitazione aperta al pubblico.

L’anno scorso sono stati almeno 193 i soccorsi in mare prestati dai marinai di salvataggio, secondo i dati raccolti. Ma in realtà gli interventi "sono stati oltre il doppio". Un intervento su tre ha riguardato minori, che spesso non erano sorvegliati a dovere dai genere. "Questa è una piaga pericolosissima", ha ribadito ieri l’associazione, che da anni si batte per la sicurezza di bambini e ragazzi.

Quasi la metà degli interventi è stata fatta portando le persone soccorse a riva con il moscone di salvataggio. Da notare poi come molti soccorsi sono stati eseguiti in condizioni di mare "calmo" o "poco agitato".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?