I negozi sfitti tornano alla vita grazie alle mostre d’antiquariato

Inaugurata la rassegna "Cattolicainarte" a Cattolica, promossa per valorizzare il patrimonio culturale e artistico del centro storico con esposizioni di antiquariato e opere pittoriche locali e nazionali. Collaborazioni con associazioni e patrocinio comunale per rivitalizzare la zona.

I negozi sfitti tornano alla vita grazie alle mostre d’antiquariato

I negozi sfitti tornano alla vita grazie alle mostre d’antiquariato

Inaugurata domenica pomeriggio la nuova rassegna "Cattolicainarte" nel centro storico cattolichino, promossa dall’omonima associazione di cittadini cattolichini che con arte e cultura vuol rilanciare le ambizioni di via Pascoli, Cattaneo e piazzetta Filippini.

Con questa iniziativa culturale si vuole dunque rilanciare il patrimonio culturale ed appunto l’arte del centro storico propriamente detto, dove insistono, è bene ricordarlo, Museo della Regina, Galleria Santa Croce, Chiesa di S.Apollinare e Torre Malatestiana, oltre appunto agli scavi archeologici romani. La prima stagione (fino a fine agosto) di "Cattolicainarte" prevede una decina di Gallerie di Antiquariato presenti da tutta Italia ed oltre una ventina di pittori locali e nazionali che espongono le proprie opere.

"Per tali esposizioni – confermano gli organizzatori – sono stati occupati negozi sfitti e chiusi da tempo, che in questo modo riprenderanno vita e ridaranno vivacità a tutta la passeggiata del centro storico vero e proprio. In particolare interessante anche la mostra in contemporanea di numerosi pittori locali e nazionali in piazza Filippini a fianco delle storiche Logge".

Negli ultimi giorni sono arrivate anche le collaborazioni di Associazione Albergatori, Coop. Bagnini e Adac con il patrocinio del Comune di Cattolica per tale evento. Ogni sera, a partire dalle ore 18 circa, importanti Gallerie d’Antiquariato a livello nazionale espongono i propri oggetti e opere d’arte nei vari negozi, ridando vita a tutto un tessuto commerciale e culturale da valorizzare. Domenica pomeriggio turisti, cittadini e autorità hanno partecipato numerosi (foto) ed hanno inaugurato un’iniziativa che vuol rappresentare un nuovo inizio per la città ed il suo tessuto commerciale, nel segno dell’arte e della cultura.

lu.pi.