Il calciatore fermato torna in libertà

Non è stato convalidato – come richiesto dal difensore Flavio Moscatt – lo stato di fermo nei confronti del calciatore 24enne, originario della Guinea, su cui pendono accuse che variano dal sequestro di persona al tentativo di estorsione fino al cosiddetto revenge porn. Il giovane, fermato a Rimini dalla polizia ferroviaria, è stato però sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il gip del Tribunale ha passato di mano il caso per competenza territoriale, essendo le denunce a suo carico riferite a fatti avvenuti a Marotta e Napoli.