Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
2 giu 2022

Il caro gasolio rinvia l’intervento sulle scogliere

I carburanti alle stelle fanno slittare tutto a settembre. Sos dei bagnini per il rischio erosione: "In molti punti la costa non è protetta"

2 giu 2022
Roberto Baldassarri, presidente della Coop Bagnini di. Cattolica
Roberto Baldassarri, presidente della Coop Bagnini di. Cattolica
Roberto Baldassarri, presidente della Coop Bagnini di. Cattolica
Roberto Baldassarri, presidente della Coop Bagnini di. Cattolica
Roberto Baldassarri, presidente della Coop Bagnini di. Cattolica
Roberto Baldassarri, presidente della Coop Bagnini di. Cattolica

Il caro gasolio ha convinto la Regione a posticipare l’intervento sulle scogliere della Regina a dopo l’estate. Ora, però, i bagnini alzano l’asticella e confermano timori e paure per la possibile erosione durante la stagione estiva. "L’intervento partirà da settembre o da ottobre – conferma Marco Vescovelli, tecnico comunale –, il caro carburante è stato il motivo principale perché si spera che le condizioni economiche connesse per quella data possano migliorare. Ma abbiamo avuto la rassicurazione dalla Regione che nonostante il caro carburante poi ad ottobre l’intervento comunque si farà perché in quel caso la Regione stessa troverà nuove risorse per affrontare eventuali costi maggiorati".

Dunque l’arenile cattolichino dovrà attendere ancora: "Capiamo la situazione anche a livello di costi per le materie prime e comprendiamo anche le esigenze di chi deve lavorare in mare con costi molto aumentati – conferma Roberto Baldassarri, presidente Coop.Bagnini Cattolica –, ma la verità è che in questo momento in molti punti abbiamo oramai barriere soffolte, che non riescono più a proteggere la nostra costa. E dunque in occasione di mareggiate e temporali vivremo giornate di timori e paure perché l’erosione si farà sentire. È da tempo che chiediamo che si intervenga con tempestività e sono anni che le scogliere di Cattolica vanno completamente rifatte perché distrutte dal mare e non più adeguate a svolgere la loro iniziale funzione. Non ci resta che attendere con fiducia i mesi di settembre ed ottobre sperando che non vi siano più rinvii".

I bagnini della Regina dunque mantengono la guardia alta sul tema della difesa del mare. Intanto proseguono i lavori per la passeggiata a mare con alcuni tratti che mostrano già la nuova pavimentazione conclusa per un altro intervento pubblico davvero significativo. E proprio i bagnini per la futura passeggiata faranno la propria parte: "Realizzeremo a nostre spese 60 nuove panchine di marmo bianco – conclude Baldassarri – per essere al fianco dell’ente pubblico in questa opera e, come da accordi, daremo una mano nella gestione del verde con i nostri mezzi".

Luca Pizzagalli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?