Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 mag 2022

Il castello Benelli riapre grazie al Festival

L’inaugurazione della rassegna cinematografica nelle scuderie dell’edificio chiuso da decenni

8 mag 2022
Autorità e organizzatori durante la conferenza stampa (foto Alessia Bocchini)
Autorità e organizzatori durante la conferenza stampa (foto Alessia Bocchini)
Autorità e organizzatori durante la conferenza stampa (foto Alessia Bocchini)
Autorità e organizzatori durante la conferenza stampa (foto Alessia Bocchini)
Autorità e organizzatori durante la conferenza stampa (foto Alessia Bocchini)
Autorità e organizzatori durante la conferenza stampa (foto Alessia Bocchini)

Un castello ottocentesco in zona Bordonchio, chiuso da decenni, tornerà ad aprire le sue porte (momentanee) per l’inaugurazione del Bellaria Film Festival. E’ il castello Benelli, sotto ristrutturazione da oltre 5 anni. La società Magnolia, proprietaria anche del Palazzo Boncompagni di Bologna, ha deciso di essere la sede dell’evento d’inaugurazione della kermesse. "Questa apertura è un segno di rinascita – dice l’ingegnere Paola Pizzighini Benelli, amministratore unico di Magnolia srl – L’iniziativa è molto importante per valorizzare anche i nostri giovani. Abbiamo accettato con entusiasmo di aprire le scuderie per l’inaugurazione". La ristutturazione del castello Benelli però non è finita. Per questo l’edificio storico verrà aperto eccezionalmente per il festival e poi tornerà a chiudersi. "Finiremo i lavori e poi vedremo nei prossimi mesi quale sarà la destinazione finale del castello" conclude la Pizzighini Benelli.

La quarantesima edizione del Bellaria Film Festival renderà omaggio a Enrico Ghezzi, che è stato direttore della manifestazione per 14 anni. Lo farà attraverso un’installazione di Alessandro Gagliardo ’Una memoria del cinema’ e dello stesso Ghezzi, e con una lettura di Luigi Lo Cascio che per l’occasione ridarà voce ad alcuni memorabili interventi del critico. L’appuntamento sarà per giovedì 12 maggio alle 19 proprio al castello Benelli (evento su invito). Lo Cascio reciterà alcuni brani de “L’acquario di quello che manca” di Ghezzi. Un percorso di letture itineranti di alcuni dei suoi scritti più cult, ideato in collaborazione con la figlia Aura Ghezzi in occasione dell’uscita del libro che culmineranno con le performance di Lino Musella e Lucia Mascino.

Il festival andrà avanti a Bellaria fino a domenica 15 maggio, diretta da Daniela Persico, critico cinematografico, programmer e curatrice. Dopo una serie di edizioni dedicate principalmente al documentario, il Bellaria Film Festival torna a occuparsi del cinema italiano indipendente, nell’intento di lanciare futuri grandi autori. Verranno presentate opere prime, anche di festival internazionali, e anche anteprime assolute. Sarà ‘Alcarràs’, film vincitore dell’Orso d’Oro al Festival del Cinema di Berlino, ad aprire l’edizione di quest’anno del Bellaria Film Festival, alal presenza dall’autrice, Carla Simón, insieme al coproduttore Giovanni Pompili. Alla serata inaugurale sarà presente anche Carlo Chatrian, direttore della Berlinale, che la mattina successiva terrà una masterclass insieme all’autrice. In questa edizione torna, dopo 20 anni, il premio ‘Casa Rossa’: la sezione ospiterà 5 film di autori che si sono imposti non solo in Italia, ma al pubblico mondiale dei maggiori festival.

Rita Celli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?