Quotidiano Nazionale logo
9 apr 2022

Il classico dei classici si fa contemporaneo

Bellaria, per la stagione di prosa va in scena Aulularia di Tito Maccio Plauto. Il regista Roccamo: "È un mio arrangiamento del testo originale"

Appuntamento stasera al teatro Asrta
Appuntamento stasera al teatro Asrta
Appuntamento stasera al teatro Asrta

Con Aulularia di Tito Maccio Plauto, classico dei classici, stasera alle 21 continua la stagione di prosa 2022 del Teatro Astra di Bellaria. La commedia, anticipata alle 10 dal matinée previsto al Cinema Teatro Moderno di Savignano sul Rubicone per studenti e pubblico, è diretto da Cristiano Roccamo e prodotto dalla compagnia Teatro Europeo plautino, che cura la stagione di prosa dell’Astra.

In scena un grande classico latino?

"È una ripresa dell’estate 2020, nel periodo estivo di solito mettiamo in scena uno spettacolo di Plauto per poi proseguire d’inverno con il progetto elaborato coi licei di tutt’Italia, in particolare con un gruppo di giovani attori non conosciuti, ma molto bravi. La missione è far vedere Plauto a chi lo studia a scuola, ma non ha occasione di vederlo a teatro. Per i giovani abbiamo anche stampato un fumetto intitolato Anfitrione, una grafic novel per dargli un altro strumento di studio e farli appassionare alla cultura classica. Per il resto lavoriamo col pubblico serale nei teatri italiani".

Lo spettacolo è fedele al testo latino?

"È un mio arrangiamento, quindi non è tradotto in modo pedissequo, ovviamente ci sono riferimenti all’età contemporanea, ma stando nel classico. Cambia un po’ il linguaggio, i lati comici, perché quanto faceva ridere nel 200 avanti Cristo oggi non fa più ridere. Così portiamo tanto entusiasmo e risate in giro per l’Italia".

In scena solo maschi?

"Quattro attori che interpretano una serie di personaggi per cui sembrano otto. Lo spettacolo ha due scene, una per i serali e una per i matinée, entrambe sono molto minimaliste".

Cos’altro propone?

"L’Antigone per i licei classici e serali che ha debuttato il 19 marzo al teatro di San Giovanni. A breve produrremo il Miles Gloriosus, altro titolo plautino che vorremmo portare pure all’estero. Stiamo poi pensando di girare una serie televisiva, da proporre su una piattaforma online, per raccontare la storia di una compagnia che va in tournée, noi facciamo circa 150 recite l’anno in tutt’Italia".

Nives Concolino

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?