Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Il gruppo non è più virtuale "Vogliamo cambiare il paese"

Sulla Verucchio di oggi, e quella di domani, le preoccupazioni sono tante, ma le risposte poche. Ma c’è chi non si rassegna. E a ipotizzare "il capoluogo che vogliamo" ci pensano gli stessi residenti. L’iniziativa è nata sulla pagina Facebook ‘Sei di Verucchio se’, che da luogo di scambio di opinioni diventerà una assemblea pubblica. All’ordine del giorno: quale Verucchio desiderare nel futuro prossimo e come raggiungere il risultato. Ad animare la discussione è Giorgio Beccari, verucchiese doc, con esperienze in consiglio comunale, Pro loco e associazioni di volontariato. "Da paese che puntava al turismo siamo diventati paese dormitorio – è l’analisi di Beccari – Tutti aspettiamo che qualcuno ci spieghi dove stiamo andando. In passato con Pro loco avevamo organizzato diversi sondaggi per capire i bisogni e desideri dei verucchiesi". Le difficoltà del paese sono evidenti: dalla banca che ha chiuso lo sportello (c’è solo il bancomat, talvolta fuori uso) alla mancanza di tabaccheria e alimentari, con le Poste a scartamento ridotto (3 giorni a settimana) e tra l’altro in un punto pericoloso. Della farmacia è rimasto il dispensario, mentre il trasporto pubblico dà non pochi problemi.

"Mio figlio va a scuola a Riccione, per fargli prendere il bus giusto la mattina lo devo portare a Villa e per tornare a casa non esiste bus" fa notare un residente. L’idea di un confronto pubblico ha scatenato l’interesse: oltre un centinaio i commenti piovuti sulla pagina. E c’è già chi avanza qualche idea. "Dj-set alla Rocca, rievocazioni storiche con Dante e i villanoviani protagonisti, riempire i locali sfitti con un festival di arte, musica, artigianato, folclore e cibo" è il contributo di Alessandro Semprini. La discussione è aperta. "E già il fatto che ci si confronti è sinonimo di interesse – chiosa Beccari – Un paese senza un’anima non potrà mai più essere un borgo più bello d’Italia".

m. c.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?