La pioniera del travel blog in Italia, Federica Piersimoni di Rimini, apre un negozio online dove vendere ma anche raccontare e promuovere piccole imprese di artigiani... del vino. Prima del covid Federica e il marito Giuseppe Trisciuoglio (manager e appassionato di vini) avevano un sogno che hanno deciso di realizzare lo stesso, andando controcorrente al periodo non facile che tutti stiamo attraversando. Il nuovo portale ‘Che Vino!’ è andato online pochi giorni fa e sta già registrando centinaia di prenotazioni da tutta...

La pioniera del travel blog in Italia, Federica Piersimoni di Rimini, apre un negozio online dove vendere ma anche raccontare e promuovere piccole imprese di artigiani... del vino. Prima del covid Federica e il marito Giuseppe Trisciuoglio (manager e appassionato di vini) avevano un sogno che hanno deciso di realizzare lo stesso, andando controcorrente al periodo non facile che tutti stiamo attraversando. Il nuovo portale ‘Che Vino!’ è andato online pochi giorni fa e sta già registrando centinaia di prenotazioni da tutta Italia. L’idea è nata insieme al marito e al padre Elio Maria Piersimoni, con una lunga militanza nel campo della grande distribuzione organizzata nel settore food. "Quando viaggi una parte del viaggio è dedicata al mondo della gastronomia – racconta la blogger – Dopo 12 anni in giro per il mondo, per il covid ci siamo dovuti fermare ma non con le idee. Già a gennaio volevamo creare un sito dove aiutare le persone a scoprire i sapori del territorio. Il lockdown ci è servito a preparare al meglio il progetto. Ora siamo partiti. Nel nostro portale vogliamo fare e-commerce ma anche raccontare storie di piccoli e medi imprenditori d’Italia. Al momento ci sono emiliano-romagnoli ma anche marchigiani, veneti, abruzzesi e lombardi". Lo shop vende solo vini selezionati tra cantine che producono al massimo 50mila bottiglie all’anno. "Il progetto va oltre il delivery – continua Piersimoni - risponde alle esigenze dei produttori e punta a fornire una vetrina alle cantine italiane, e a far crescere tra i consumatori la cultura del vino e la conoscenza dei territori". Tra le particolarità del portale, ‘Che Box’: scatole con dentro tre vini selezionati da una sola azienda alla volta e un regalo solidale. "Partiamo ora con Valle delle Lepri di Coriano – continua Federica – Ogni 15 del mese, agli abbonati, verrà poi spedita una box con tre diverse bottiglie a sorpresa, di un piccolo o medio imprenditore italiano. Questo servizio unisce la qualità del vino made in Italy con la social responsibility. Ogni box presenta anche un prodotto di un’azienda italiana impegnata nel sociale. Si parte con un calendario realizzato da Care&Share Italia, impegnata da oltre 25 anni in India a sostegno dell’infanzia. Seguiranno una borsa realizzata con tessuti eco della Tanzania, un panettone prodotto dai carcerati e molto altro. L’obiettivo è incentivare un’economia circolare del bene". Per il futuro che progetti ha Piersimoni? "Far crescere questo portale con altre imprese nazionali e internazionali e tornare a viaggiare. Vado avanti con i miei blog e parallelamente con consulenza e docenza su influencer marketing e social network".

Rita Celli