‘In arte Carrà’ è il titolo dell’evento di stasera al Bellaria Film Festival
‘In arte Carrà’ è il titolo dell’evento di stasera al Bellaria Film Festival
Bellaria ricorda la sua figlia prediletta, Raffaella Carrà. E lo fa nell’appuntamento più importante, il 39esimo Bellaria Film Festival. Ed ecco che, nel corso della quarta giornata, oggi, la rassegna omaggerà colei che è stata una grande protagonista della televisione italiana. Al cinema teatro Astra, alle 21, la serata sarà...

Bellaria ricorda la sua figlia prediletta, Raffaella Carrà. E lo fa nell’appuntamento più importante, il 39esimo Bellaria Film Festival. Ed ecco che, nel corso della quarta giornata, oggi, la rassegna omaggerà colei che è stata una grande protagonista della televisione italiana. Al cinema teatro Astra, alle 21, la serata sarà tutta dedicata alla Carrà: a pochi mesi dalla sua scomparsa, l’indimenticabile volto del piccolo schermo e personaggio inimitabile della storia del nostro Paese, sarà ricordato nell’evento In arte Carrà da Giorgio Comaschi, che con la Carrà ha condiviso lavoro e amicizia, e dal direttore di Qn-il Resto del Carlino Michele Brambilla. Entrambi ripercorreranno, attraverso immagini, video e ricordi personali, la brillante carriera di Raffaella, facendone riemergere il forte legame con la città di Bellaria-Igea Marina, tra i suoi luoghi d’infanzia più cari. A seguire, proiezione del film FF.SS. - Cioè: “...che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene? (1983) diretto da Enzo Arbore, che vede comparire la Carrà assieme ad altri personaggi famosi.

Nel pomeriggio, alle 16 al palazzo del turismo di Bellaria, è invece in programma la lezione di cinema di Roy Menarini sull’evoluzione della cinefilia, una riflessione su quanto e come è mutato l’amore per il cinema, dal muto alla fruizione in streaming odierna. Dopo gli ultimi quattro documentari in concorso per la sezione Bei Doc (Le storie che saremo, Fellini. Io sono un clown, I fantasmi dell’Odeon e Street Views), nel corso della giornata saranno proiettati i primi film in competizione per la sezione Bei Young Doc, dedicata ai giovani documentaristi under 30.