Incendio all'hotel Panama Majestic
Incendio all'hotel Panama Majestic

Rimini, 22 agosto 2019 - Notte di terrore per gli ospiti dell’hotel Panama Majestic. Dai locali della lavanderia, al quinto piano della struttura, un quattro stelle di via Regina Elena a Rivazzurra, intorno alle due e trentacinque è fuoriuscita una folta coltre di fumo nero, causata dal surriscaldamento dell’asciugatrice. La ‘nuvola’ ha fatto subito scattare l’impianto antincendio dell’albergo, con le sirene che hanno dato l’allarme squarciando il silenzio notturno.

A quel punto gli ospiti sono stati letteralmente stati buttati giù dal letto, e sono stati costretti a evacuare dall’hotel, scendendo in strada in ciabatte e pigiami. Sul posto è subito accorsa una squadra dei vigili del fuoco.

Per precauzione i turisti sono stati fatti rimanere all’esterno mentre i pompieri effettuavano il loro intervento, spegnendo rapidamente il principio d’incendio. L’arrivo dei vigili del fuoco con le sirene spiegate, e il trambusto degli ‘sfollati’, ha interrotto anche il sonno di clienti e personale di altre strutture ricettive della zona. La situazione al Panama Majestic è ritornata alla normalità dopo circa quarantacinque minuti, quando i vigili del fuoco hanno sedato definitivamente il focolaio.

A quel punto le decine di turisti fuggiti in strada hanno potuto rientrare nell’hotel e nelle rispettive camere, riprendendo a dormire. Molto spavento ma nessun serio danno a persone o cose. L’attività dell’hotel è ripresa normalmente. Non è il primo incendio che si registra durante l’estate in una struttura alberghiera del Riminese. Tra gli altri, quello di inizio agosto in zona porto a Riccione quando è andato a fuoco il locale della lavanderia.

I dipendenti sono riusciti ad arginare le fiamme delimitando l’area dell’incendio sino all’arrivo del vigili del fuoco, che con autopompa e serbatoio hanno spento completamente le fiamme. Ma il rogo più devastante - come si ricorderà - è stato quello scoppiato lunedì primo luglio l’hotel Augustus di Misano, con serie ustioni riportate dalla titolare nel tentativo di spegnere le fiamme, anche in quel caso scoppiate nella zona lavanderia. Rimase ferito anche il marito. Era metà mattina, i clienti erano tutti in spiaggia. L’Augustus, della famiglia Brighi, ha riaperto i battenti il 3 agosto.