ISTITUTO COMPRENSIVO MISANO

Storie di vita del medico-eroe Pietro Bartolo, di Luigi Garlando e Gianni Maddaloni, di Smulevich e Castellani

ISTITUTO COMPRENSIVO MISANO

ISTITUTO COMPRENSIVO MISANO

‘Luci della Legalità’ è un ciclo di conferenze a cui hanno partecipato diverse scuole del territorio, come le medie di Misano. Si tratta di un progetto di incontri mirati ad aumentare nei ragazzi la consapevolezza su tante situazioni critiche del mondo attuale e a ricordarci gli eventi che hanno segnato la nostra storia. Sono molte anche in Italia le situazioni drammatiche che tante volte purtroppo passano inosservate. Il medico e parlamentare europeo Pietro Bartolo, che abbiamo incontrato al primo appuntamento, ci ha parlato dell’immigrazione a Lampedusa. Il racconto delle sue esperienze, corredato da immagini, ci ha resi consapevoli di quanto il tema trattato sia un argomento serio e importante. Siamo riusciti forse a immaginare la paura e il terrore che si può provare durante questi viaggi, attraverso il mare, verso una meta lontana e incerta. Bartolo ci ha anche raccontato molte situazioni vissute in prima persona e ladisperazione nel vedere approdare quotidianamente barche piene di famiglie povere, condannate il più delle volte a un tragico destino. Bartolo ha salvato molte persone, tra cui una donna incinta: ha fatto nascere il suo bambino utilizzando il laccio di una scarpa. In onore del suo intervento quasi miracoloso la madre ha chiamato il figlio Pietro.

Nel secondo incontro con Luigi Garlando e Gianni Maddaloni abbiamo parlato della storia della palestra di judo di Scampia, dove il problema della camorra imperversa. Questa storia è diventata così famosa che lo scrittore Garlando ha deciso di scrivere un libro per divulgare la determinazione, il coraggio e la sensibilità del maestro Maddaloni. Il terzo e ultimo incontro al Teatro della Regina riguardava la giornata della memoria. Il 27 gennaio si ricordano le vittime dello sterminio avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale nei campi di concentramento nazisti. È stata scelta questa data perché è l’anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz e della liberazione dei prigionieri da parte dei sovietici. Durante l’ultimo incontro è stato presentato il nuovo libro di Adam Smulevich e Massimiliano Castellani ‘A futura memoria’, unitamente a ‘Un calcio al razzismo’ (del quale Smulevich è coautore). ‘A futura memoria’ racconta le storie di atleti che con il loro comportamento sono riusciti a dare lezioni di vita in un periodo difficilissimo. Gli importanti argomenti trattati durante questi incontri ci hanno fatto capire che, se vogliamo, possiamo cambiare il nostro futuro. Sicuramente faremo tesoro di quanto è stato condiviso con noi; ringraziamo sentitamente l’associazione ‘Rimbalzi fuori campo’ e il comune di Misano.