La città piange Giovanni Argilli, una vita in sella

Rimini piange la scomparsa di Giovanni Argilli, appassionato delle due ruote per tutta la vita. Fondatore della concessionaria Honda, ha lasciato un segno indelebile nella comunità motociclistica locale. I funerali si terranno sabato

La città piange. Giovanni Argilli. Una vita in sella

La città piange. Giovanni Argilli. Una vita in sella

Rimini piange la scomparsa di Giovanni Argilli. Una vita votata all’amore per le due ruote che è continuato fino a mercoledì, giorno in cui ’Gianni’ è scomparso dall’affetto dei suoi cari.Tutto era cominciato negli anni ’60 quando aveva aperto un negozio che noleggiava biciclette in via Sigismondo. Poi nel 1970 l’incontro con i motori, l’inizio di un rapporto durato una vita. In quel periodo Argilli gestisce un’officina specializzata Ktm portando il mondo del cross a Rimini. Nell’80 il grande cambio, la famiglia Argilli si specializza negli scooter e nasce la concessionaria Honda, quella aperta ancora oggi. Negli ultimi periodi ’Gianni’, come lo chiamavano tutti, si era appassionato alle due ruote d’epoca e partecipava spesso alle rievocazioni storiche. Mercoledì mattina, come ogni giorno, ha raggiunto il figlio Daniele in negozio mettendosi all’opera in piccoli lavoretti che all’età di 87 anni lo tenevano ancora impegnato e allegro. La sera poi il triste annuncio, come un lampo a ciel sereno. Giovanni Argilli lascia i figli Milena e Daniele e l’amore di una comunità intera cresciuta sulle ’sue moto. Giovanni Argilli era molto conosciuto in provincia, molti suoi amici lo venivano a salutare nel concessionario Honda soltanto per raccontargli che era stato lui a far nascere in loro la passione per le due ruote. Fino all’ultimo giorno Giovanni non si è mai allontanato dalla sua più grande passione, le moto ed è proprio il mondo degli appassionati che lo ricorderà di più. I funerali saranno sabato alle 11.30 nella chiesa di Santa Maria Ausiliatrice di Rimini.