Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

La Federazione squash "Siamo stati ignorati"

La lettera: "Volevamo investire, ma non c’è stata collaborazione da parte dell’amministrazione comunale"

La Federazione squash ha scritto una lettera pubblicata sul proprio sito; alle polemiche ha risposto il sindaco Renata Tosi
La Federazione squash ha scritto una lettera pubblicata sul proprio sito; alle polemiche ha risposto il sindaco Renata Tosi
La Federazione squash ha scritto una lettera pubblicata sul proprio sito; alle polemiche ha risposto il sindaco Renata Tosi

La Federazione squash attacca il primo cittadino Renata Tosi parlando di "mancata collaborazione che, quanto meno in questi ultimi anni, ha contraddistinto le relazioni tra la sua amministrazione e questa Federazione che, molto tempo fa, contando sulla particolare e positiva sensibilità dell’allora assessore allo Sport, Alessandro Casadei, fissò, a Riccione, sia la sua sede operativa, sia il suo centro tecnico federale, provvedendo alle necessarie nuove edificazioni". La lettera della Federazione oltre a essere pubblicata sul proprio portale è stata indirizzata anche al presidente Bonaccini e al Coni regionale. Era la fine degli anni Novanta quando la Federazione portò il suo quartiere generale a Riccione. La convenzione trentennale firmata all’epoca con l’amministrazione comunale scadrà nel 2029. "Da tempo si ha l’impressione che il solo ‘parlare’ tra Figs e Comune sia considerato, non da noi, una scocciatura. Recentemente avevamo prospettato al Comune nostri nuovi, consistenti investimenti sull‘impianto di Riccione, chiedendo che, a fronte di ciò, si prolungasse, oltre il termine originariamente stabilito, la concessione del terreno in uso. Nell’incontro avuto lei si era dichiarata più che disponibile a ciò, ma, poi, inspiegabilmente e solo indirettamente, è arrivato il vostro rifiuto. Non abbiamo avuto né il piacere (l’onore?) di essere da lei ricevuti per le dovute, almeno per cortesia, spiegazioni". Sul bando del Governo: "La concessione del finanziamento a fondo perduto poteva avvenire solo se una Federazione sportiva manifestava il suo interessa per la richiesta di un Comune". A contestare l’operato della sindaca anche Christian Andruccioli del Pd. "La lettera rappresenta l’atteggiamento a nostro avviso scorretto e poco collaborativo che questa amministrazione ha assunto nei confronti delle realtà sportive sul territorio".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?