Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

"La Marecchiese non ha Santi a cui votarsi"

Il presidente della Provincia: "Una nuova strada ad alta velocità non è la soluzione". E il comitato lo attacca

Se il sondaggio sulla Marecchiese indetto dal comitato Valmarecchia Futura voleva scuotere l’immobilismo che affligge la vallata da tanti, l’obiettivo è stato centrato in pieno. I dati su come 843 persone giudicano (male) la Ss258, han fatto scendere in strada sia Legambiente sia il presidente della Provincia di Rimini. Legambiente boccia il sondaggio, ribadisce il ‘no’ alla realizzazione di una nuova strada ad alto scorrimento. Perché "la Valmarecchia deve essere una valle da vivere, non da attraversare". E sul sondaggio: "Hanno votato solo 843 persone, di queste il 15% non abita la vallata. Sono 75 persone a chiedere la strada: è il 2,5% dei residenti". Dunque? "La Marecchiese va sistemata e resa più sicura, e con più servizi per chi abita".

"Il dibattito sulla Marecchiese è aperto, ma chi invoca una nuova strada ad alta velocità non fa i conti con la realtà – attacca il presidente della Provincia, Riziero Santi – La Valle del Savio è ben servita dall’E45 eppure, secondo i dati Istat, registra problemi di spopolamento maggiori di quelli della Valmarecchia". Se il 93% si muove in auto e solo l’1,6% con mezzi pubblici, servono alternative. Quali? "Trasporto pubblico e scolastico efficiente, regolazione fra traffico pesante e leggero, bretelle e bypass strategici e messa in sicurezza dei tratti col più alto tasso di incidenti. Ne discuteremo durante l’elaborazione dello studio di fattibilità sulla Sp258".

Il comitato Valmarecchia Futura risponde duramente a Santi: "Negli ultimi 20 anni abbiamo perso il doppio della popolazione rispetto all’alto Savio. Ci dica Santi come vuol risolvere i problemi dei ponti e dell’inquinamento nei centri abitati, e degli studenti che per frequentare le scuole a Rimini devono svegliarsi all’alba per tornare a metà pomeriggio. Ci dica come portare un’azienda a investire ed aprire in Valmarecchia dove non ci sono infrastrutture. Spieghi, Santi, come limitare i sinistri in una strada attraversata ogni giorno da oltre 14mila veicoli".

m.c.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?