La protesta degli albergatori di Bellaria: "Orari sballati dei bus, i nostri clienti irritati"

Gli albergatori di Bellaria Igea Marina lamentano l'orario inadeguato del bus straordinario diretto alla Fiera Ecomondo, che arriva troppo tardi per gli operatori. La presidente della Federalberghi chiede una correzione di rotta per evitare che la clientela scelga altri lidi.

"Siamo sommersi dalle lamentele dei nostri clienti, operatori arrivati in riviera per partecipare a Ecomondo, perché l’annunciato bus straordinario diretto alla Fiera dalla zona nord arriva troppo tardi, con orari consoni ai visitatori ma non agli operatori che devono allestire i loro stand prima dell’apertura". A riportare le proteste degli albergatori di Bellaria Igea Marina, una ventina le strutture aperte in questo periodo, in gran parte proprio per Ecomondo, è la presidente della Federalberghi cittadina, Simona Pagliarani.

"La tempistica è inadeguata – aggiunge –, il bus straordinario, numero 5, arriva al quartiere fieristico dopo le 9,30. Decisamente tardi. Invece quello straordinario che parte da Miramare è già in Fiera alle 8,48. Non solo. Quest’anno è anche sparito il bus navetta che nel 2022 garantiva ulteriori viaggi a Rimini nord. C’è, ma termina il tragitto a Torre Pedrera. Auspichiamo che ci sia fin da subito una correzione di rotta, ovvero quantomeno degli orari del bus numero 5. Altrimenti il rischio è che il prossimo anno la nostra clientela di operatori di Ecomondo ci abbandoni scegliendo altri lidi".

Mario Gradara