L’impresa di Ravaioli: un trapianto di rene alla paziente sveglia

L’impresa di Ravaioli:  un trapianto di rene  alla paziente sveglia

L’impresa di Ravaioli: un trapianto di rene alla paziente sveglia

Una ragazza di 25 anni ha ricevuto un rene dalla madre e ha affrontato l’intervento da sveglia. È il primo trapianto effettuato in anestesia loco-regionale presso il Sant’Orsola di Bologna, dove ieri mattina sono state presentate le modalità dell’operazione anche da parte del noto chirurgo riminese Matteo Ravaioli, figlio dell’ex sindaco di Rimini Alberto Ravaioli, che ha eseguito il trapianto. La paziente, con fibrosi cistica, non avrebbe potuto sostenere l’intubazione e quindi l’anestesia generale. Pertanto, i medici hanno scelto di proporle un trapianto con anestesia loco-regionale dopo un lungo confronto multidisciplinare. Così è stato possibile evitare alla pazione di continuare la dialisi. "Dire che il trapianto l’ha fatto la paziente non è lontano dalla realtà – afferma Ravaioli –, perché è riuscita a rimanere ferma per tre ore".