Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 mag 2022

"L’incendio non ci ferma, apriamo a giugno"

Il Club del sole conferma l’inaugurazione mercoledì prossimo nonostante il rogo. Tante prenotazioni, struttura quasi al completo

25 mag 2022
L’incendio ha colpito lunedì il camping Riccione, distruggendo alcune casette
L’incendio ha colpito lunedì il camping Riccione, distruggendo alcune casette
L’incendio ha colpito lunedì il camping Riccione, distruggendo alcune casette
L’incendio ha colpito lunedì il camping Riccione, distruggendo alcune casette
L’incendio ha colpito lunedì il camping Riccione, distruggendo alcune casette
L’incendio ha colpito lunedì il camping Riccione, distruggendo alcune casette

"Apriamo il primo giorno di giugno". Non cambiano i programmi del Club del sole nonostante il grande incendio che si è sviluppato lunedì nel primo pomeriggio inghiottendo tra le fiamme oltre una decina di casette di legno destinate ai clienti. Il programma dei lavori prevedeva l’apertura il primo giorno di giugno. Era previsto un taglio del nastro col botto visto che nei primi giorni di apertura è già impossibile prenotare vista la quantità di richieste che il Club del sole ha ricevuto per il Romagna family Village. Un momento che nemmeno l’impressionante colonna di fumo che lunedì pomeriggio si è alzata dal camping deve cancellare. Pertanto la data di apertura, precisano dal Club del sole, rimane la medesima. Sarà una vera corsa contro il tempo per far trovare la struttura completa e operativa ai primi clienti. Al momento non viene precisato se sarà o meno necessario interdire la zona dell’incendio, oppure se i pochi giorni a disposizione saranno comunque sufficienti per bonificare l’area e renderla fruibile. La volontà della società resta quella di accogliere al meglio i primi clienti, ci spiegano, per poi proseguire durante l’estate grazie agli investimenti fatti che hanno consentito di dotare la struttura di nuovi servizi oltre a creare un nuovo ingresso su viale Torino che ha cambiato faccia allo stesso lungomare.

Tornando all’incendio, proseguono le indagini sulle possibili cause che non sarebbero dolose. Resta aperta l’ipotesi del corto circuito. Non ci sono stati feriti tra il personale del camping e gli operai del cantiere, anche se un vigile del fuoco è finito in osservazione per i fumi respirati. Riportiamo la testimonianza di un vigile del fuoco, che intende ringraziare gli operai e personale del camping. "Sono un vigile del fuoco, in servizio presso il Comando di Rimini, e ho fatto parte delle squadre intervenute nell’incendio che ha interessato diversi bungalow al campeggio Romagna family Village a Riccione. È stato un intervento molto complesso, che ha visto l’impiego di numerosi operatori e di diversi mezzi. La possibilità che l’incendio si estendesse ulteriormente assumendo proporzioni ancora maggiori, era elevato. Se alla fine, dopo ore di lavoro, le fiamme sono state domate, e se nessuno si è fatto male (il collega leggermente ferito è stato visitato e poi dimesso dall’ospedale Infermi) lo si deve non solo al nostro lavoro ma anche all’encomiabile supporto degli operai ed impiegati del Villaggio. A loro, alla loro professionalità, al loro instancabile sostegno nel garantirci un primo essenziale apporto idrico ed ad allontanare, per tutelarne l’incolumità, i troppi curiosi armati di smartphone, va il nostro ringraziamento. Grazie di cuore".

Andrea Oliva

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?