Roberto Gattei con la fidanzata Marinella e la madre Maria impegnati con la maturità
Roberto Gattei con la fidanzata Marinella e la madre Maria impegnati con la maturità

Rimini, 18 giugno 2019 - La passione per la cucina? È di famiglia. «Non è mai troppo tardi per imparare, anche ai fornelli...», scherza Roberto Gattei. Che di anni ne ha 43, e un buon lavoro nel settore della ristorazione in un’azienda di catering, ma non sopportava l’idea di non essere riuscito a diplomarsi. Stesso cruccio anche per la madre e la sua compagna. Così i tre hanno deciso di rimettersi sui libri e frequentare il corso serale dell’istituto alberghiero Malatesta di Rimini. Ora per Roberto, la sua fidanzata Marinella Pirani e la madre di lui Maria Simonetti è arrivato il momento dell’esame di maturità. Che affronteranno insieme. «Non so se è un record – sorride Roberto – Ma non capita tutti i giorni che un’intera famiglia si diplomi...». E’ una storia che vale la pena di essere raccontata, la loro.

Da dove cominciamo? Da quando lei ha deciso di tornare a studiare e ha convinto la sua fidanzata e sua madre a fare altrettanto?

«Io ho sempre lavorato nella ristorazione e nei pubblici esercizi, ho avuto anche un’attività – spiega Gattei – Qualche anno fa ho deciso di rimettermi in gioco e frequentare l’alberghiero. L’ho fatto per migliorarmi, perché la consideravo un’esperienza utile per il mio lavoro, e perché mi mancava non avere il diploma. La mia fidanzata ha detto: voglio provarci anch’io. Lei fa la commessa, ma le piacerebbe provare a lavorare in un ristorante».

E sua madre?

«Una storia a parte. Lei ha 70 anni, si è fermata alla quinta elementare. Le sarebbe piaciuto studiare, ma ai suoi tempi era molto difficile. Ha lavorato tanto, ha fatto l’operaia. Ora è in pensione e gestisce un’affittacamere. Ha più tempo per sé, così le ho proposto di frequentare insieme a noi l’alberghiero. Prima ha dovuto prendere la licenza media. Poi siamo partiti tutti insieme, nel settembre 2016, con la scuola serale al ‘Malatesta’».

Da domani cominciano gli esami: come vivete la vigilia della maturità?

«Con serenità. Abbiamo studiato, e ci siamo fatti valere anche nelle prove pratiche. L’anno scorso abbiamo ricevuto tutti e tre una nota di merito per come abbiamo superato brillantemente la prova di sala, per ottenere la qualifica professionale».

Dopo il diploma, sognate di aprire un ristorante tutti insieme?

«Non corriamo troppo: prima l’esame va superato. E’ presto per pensare al futuro, ma noi siamo la dimostrazione che con la passione e il coraggio i sogni possono essere realizzati. Però sì, sarebbe bello un domani gestire un locale tutto nostro...».