Quotidiano Nazionale logo
14 dic 2021

Maurizio Stecca ricoverato per Covid e intubato: "Vincerò questo match"

L’ex campione di boxe di 58 anni è in condizioni critiche all’ospedale di Treviso: "Ero pronto per la terza dose, ora devo vincere questa battaglia"

mario gradara
Cronaca
featured image
Maurizio Stecca ricoverato per Covid all'ospedale

Rimini, 14 dicembre 2021 -​ L’ex campione olimpico e campione del mondo Maurizio Stecca è ricoverato per Covid da domenica all’ospedale di Treviso. Nel tardo pomeriggio di ieri è stato intubato. E’ stato lo stesso pugile – poco prima di venire intubato – a diffondere la notizia con una fotografia che lo ritrae con la mascherina di aiuto alla respirazione, con questo post su Facebook: "Buongiorno amici e fan, ho cominciato il match più difficile della mia vita contro il mio avversario chiamato Covid, anche dopo aver fatto la seconda dose ed ero pronto per la terza. Non lo so quante riprese ci saranno da fare, sicuramente tante. Io, abituato a tantissime battaglie sempre vinte, sicuramente non indietreggerò mai a questo maledetto avversario". Un messaggio da combattente qual è sempre stato, sul ring e fuori, quello dell’ex iridato, oggi 58enne, da molti anni allenatore federale di pugilato. Il messaggio è stato pubblicato intorno alle 13 e 30 e in poche ore ha subito raccolto oltre mille commenti di solidarietà e di incoraggiamento. 

"Mi dispiace ma non posso parlare, tra poco mi addormenteranno per due giorni, a più avanti. Ciao e grazie". E’ il messaggio (inviato via Whatsapp) che abbiamo ricevuto da ’Icio’ Stecca alle 18 e 19 di ieri, dopo aver cercato di contattarlo. Maurizio vive a Casale sul Sile, in provincia di Treviso, da quasi quattro anni con la sua nuova compagna, dopo la separazione dalla moglie Roberta Moretti, da cui ha avuto due figli, una femmina, oggi 31enne, e un maschio, di 21.

"Il mio ex marito – racconta Roberta Moretti – è affetto da Epn, che causa problemi di coagulazione del sangue. Fa un’iniezione ogni giorno per questo. Purtroppo la broncopolmonite che ha da una settimana si è evidentemente aggravata. Forse doveva andare prima in ospedale".

Roberta Moretti e Maurizio Stecca, dopo la separazione, sono rimasti in buoni rapporti. "Siamo stati sposati per 35 anni, e abbiamo due figli – continua la Moretti – Mi ha chiamato al telefono anche oggi (ieri per chi legge, ndr ). Era affannato. Mi ha detto che senza l’ossigeno aveva l’affanno, faticava a respirare. Siamo riusciti a convincerlo a andare in ospedale solo domenica. Nel pomeriggio lo dovevano trasferire in un altro ospedale, sempre a Treviso. Dove l’avrebbero intubato. I nostri figli sono molto preoccupati. Fosse stato a Rimini l’avremmo potuto seguire più direttamente".

Nato a Santarcangelo nel 1963, Maurizio Stecca, fratello di Loris (già campione mondiale Wba), è stato campione olimpico a Los Angeles nel 1984 e iridato Wbo dei pesi piuma, dal 28 gennaio 1989 all’11 novembre 1989 e dal 26 gennaio 1991 al 16 maggio 1992, campione europeo e campione italiano. Il 22 marzo 2017 è stato testimone oculare dell’attentato terroristico a Londra. Dopo aver chiuso la carriera agonistica, ha messo la sua esperienza al servizio dei giovani pugili.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?