Minacce e sputi alla madre. Figlia violenta in manette

Cerca di estorcere soldi all’anziana e le ruba le chiavi della macchina. Arrestata dai carabinieri una 39enne con problemi di tossicodipendenza.

Quando i carabinieri della compagnia di Riccione sono arrivati sul posto, si sono ritrovati a tu per tu con una donna anziana, in lacrime e spaventata a morte. La signora ha raccontato ai militari di essere stata assalita e derubata dalla figlia, per motivi economici. Dietro i maltrattamenti subiti dalla donna, infatti, ci sarebbero i problemi di tossicodipendenza dell’indagata, un 39enne italiana: motivo che l’avrebbe spinta a tormentare la madre con richieste di denaro sempre più assillanti, comportandosi con lei in maniera aggressive e violenta. Come sabato scorso, quando la vittima si è vista portate via le chiavi dell’auto della 39enne. Quest’ultima, difesa dall’avvocato Luca Greco del foro di Rimini, è quindi finita in manette con una lunga sfilza di accuse, che vanno dalla rapina alla resistenza, dagli atti persecutori alla tentata estorsione. L’incubo, per la madre, comincia nel tardo pomeriggio, quando viene contattata dalla figlia che le chiede di accompagnarla in auto nella zona di viale Gramsci dove avrebbe dovuto incontrare un amico. La donna accetta di buon grado. Una volta caricato in macchina l’amico della 39enne, il terzetto decide di spostarsi in un bar per concedersi un aperitivo, ma è durante il tragitto che la situazione precipita. La 39enne inizia a tempestare la madre con le solite richieste. Come suo solito, comincia ad alzare la voce e pretende a tutti i costi che le venga consegnato il denaro. La mamma dell’indagata scuote la testa: anche volendo, non potrebbe mai assecondare la richiesta della figlia, in quanto non ha con sé abbastanza soldi. La figlia ha ormai perso la testa e continua a inveire contro la vittima. Finché, approfittando di un momento di distrazione, afferra le chiavi della vettura, spalanca la portiera e fugge via di corsa. Alla povera donna non resta altro da fare che chiamare i carabinieri. L’Arma invia sul posto una pattuglia e i militari intervengono in soccorso dell’anziana, che - continuando a piangere e singhiozzare - racconta l’accaduto. A quel punto però la 39enne torna suoi suoi passi. Vedendo la madre che parla con le divise, tenta di scagliarsi contro di lei ma viene prontamente fermata. Allora comincia a riempirla di insulti e addirittura arriva a sputarle addosso. A quel punto viene fatta salire sulla macchina dei carabinieri e accompagnata in caserma per l’identificazione.