Bellaria (Rimini), 14 maggio 2018 - Sgomento a Bellaria Igea Marina per la morte, molto probabilmente per shock anafilattico, di Daniela Tornincasa, 38enne madre di cinque figli, che da oltre dieci anni trascorreva con la famiglia le vacanze nella città di Panzini. Dove in poche ore si è diffusa la notizia, causando dolore e sgomento tra i tanti che l’avevano conosciuta e apprezzata durante le sue vacanze estive, quasi sempre all’hotel Nordic di Igea Marina, della famiglia Gasperini-Giorgetti.

La donna è morta sabato sera nella sua casa di La Loggia, a pochi chilometri da Torino, mentre spazzolava uno dei suoi amatissimi gatti, a causa di una crisi d’asma provocata da una reazione allergica. La toelettatura dei gatti era una cosa che faceva molto spesso. Daniela, di mestiere postina, era a casa con il marito quando si è sentita male all’improvviso. L’uomo, Bruno Fassio, tassista, si è subito accorto delle sue gravi condizioni della moglie e le ha praticato un’ininiezione antiallergica, ma non è servito. Erano entrambi a conoscenza dei suoi problemi di natura allergica. Evidentemente non immaginavano che potessero essere di tale pericolosità.

Il marito ha chiesto subito aiuto. Ma quando sono arrivati i soccorsi non c’era più niente da fare. Nell’alloggio doveva viveva la famiglia sono giunti anche i carabinieri e il medico legale incaricato dalla Procura. «Una crisi d’asma», racconta chi la conosceva. Il medico legale che ha esaminato il corpo ha descritto i sintomi di un fortissimo attacco allergico. Daniela Tornincasa soffriva di asma da tempo. Aveva già avuto crisi in passato. Ora l’autopsia stabilirà qual è stata la causa dell’ultima crisi fatale.

Toccante il post pubblicato su Facebook da Silvia Giorgetti, moglie del presidente dell’Associazione albergatori di Bellaria Igea Marina, Graziano Gasperini, nel cui albergo la famiglia trascorreva da anni le vacanze: «Questa festa della Mamma la dedico tutta a te carissima Daniela – scrive Silvia Giorgetti –. La tua risata contagiosa e l’amore per questa vita vissuta con tanta semplicità e forza d’animo, dedicata ai tuoi cinque figli, rimarranno un tenero ricordo. Che la terra ti sia lieve».

«Sono venuti in ferie da noi – racconta Silvia Giorgetti al telefono – per circa dodici anni, sempre nel mese di agosto. La famiglia l’abbiamo vista ingrandirsi, con i nuovi nati. Prima Lorenzo e Valentino, poi Laura, l’unica femmina. Non sono venuti quando doveva nascere Federico. Lo scorso anno aspettavano Stefano. Poi credo abbiano cercato - visto quanti erano diventati, una famiglia bellissima - una collocazione più economica, ma sempre a Bellaria Igea Marina, che amavano moltissimo. Gli zii andavano alla Locanda delle Dune, in zona Cagnona. Daniela era una donna buona, dolce, gentile, meravigliosa, sempre allegra. L’ultima volta che sono venuti avevano quattro figli, e due gatti – sorride Silvia Giorgetti –. Appena saputo della tragedia ho cercato di contattare il marito, più grande di lei, ma non ci sono riuscita. Ci stanno arrivando tantissime telefonate di clienti, da tutta Italia, che hanno conosciuto Daniela e la sua famiglia e sono rimasti sconvolti nell’apprendere la notizia della tragedia».